Lettere d'amore

Scrivere lettere d'amore al giorno d'oggi può apparire obsoleto, un modo sorpassato di esprimere i propri sentimenti alla persona che si ama. Eppure, se ci pensiamo, "surrogati" di questo romantico sistema di comunicazione ne usiamo tutti i giorni. Sms e e-mail, brevi tweet o link virali condivisi sui social networks sono una sorta di derivato delle lettere d'amore. Peccato che questi messaggi veloci siano volatili come una scritta "I love you" sulla battigia, destinati ad essere presto dimenticati, e sostituiti.

Ma una lettera d'amore è una cosa ben diversa, è una dichiarazione che vale per l'eternità, che si scrive perché duri nel tempo, per essere conservata con cura, magari nel fondo di un cassetto, pronta ad essere riletta con uguale emozione a distanza di decenni. Un tempo, quando non esistevano i mezzi di comunicazione rapidi e immediati di oggi, scriversi era spesso l'unico sistema che due innamorati avevano per dirsi quello che provavano l'uno per l'altra. E questo valeva anche per le coppie sposate, quando, magari per motivi di lavoro, le famiglie erano costrette a dividersi.

Pensiamo solo alle struggenti lettere che gli emigrati italiani in terre lontane spedivano alle consorti rimaste in patria, spesso scritte da qualcuno altro, che non fosse analfabeta come loro, e magari anche sgrammaticate. Ma quanti sentimenti possono trapelate da un foglio di carta ingiallito. Quante emozioni in poche parole stentate. Il cinema ha spesso celebrato la magia delle lettere d'amore, e tutta la letteratura ottocentesca e romantica ne ha fatto oggetto di pagine memorabili da leggere d'un fiato.

Da Tolstoj e Jane Austen, tutti i grandi autori della letteratura mondiale hanno inserito anche appassionate, infuocate, o dolcissime missive d'amore nei loro romanzi. E chi di noi non si commuove, pensando alle letterine mandate o ricevute dal primo fidanzatino alle elementari o alle medie? Parole scritte su carta da lettera profumata, o su un semplice foglio di quaderno, che ci hanno fatto battere il cuore, e magari ancora conserviamo.

Perché non provare a riscoprire il piacere di vergare di nostro pugno una lettera d'amore per chi amiamo, una lettera ben scritta, in cui cerchiamo di mettere nero su bianco tutto ciò che sentiamo per il nostro amore, in cui mettiamo a nudo il nostro cuore... con una penna (vera)? Potrebbe essere un bellissimo regalo per un compleanno, per un San Valentino, per un anniversario di fidanzamento o di matrimonio. Un regalo da leggere e rileggere, da conservare per tutta la vita.