Pari opportunità

Con l'espressione pari opportunità si intende definire un sistema di protezione giuridica che permetta a tutte le categorie, soprattutto quelle emarginate o discriminate per ragioni culturali, economiche, razziali eccetera, di poter accedere alle stesse possibilità di istruzione, di carriera e di fruizione dei servizi pubblici e privati delle altre fasce sociali più protette per tradizione. In pratica si intende la lotta ad ogni discriminazione, che sia di tipo religioso, di genere (uomo-donna) o di orientamento sessuale, e l'eliminazione di qualunque ostacolo pregiudiziale che impedisca a chiunque di godere degli stessi diritti e doveri degli altri.

Previsto dalla nostra costituzione, il principio della pari opportunità secondo quanto stabilito dalla normativa europea, viene garantito anche attraverso le azioni di un Ministero specifico, che ha lo scopo di far rispettare, tra gli altri, il "Codice delle pari opportunità tra uomo e donna" promulgato con Decreto Legge nel 2006, che sancisce quanto segue:


  • Divieto di discriminazione tra uomo e donna
  • Istituzione della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna


  • Costituzione di un Comitato nazionale per l'attuazione dei principi di parità di trattamento ed eguaglianza di opportunità tra lavoratori e lavoratrici


  • Istituzione del Collegio per l'istruzione degli atti relativi alla individuazione ed eliminazione dei discriminanti

  • Attività del Comitato per l'imprenditoria femminile


Questo codice, già piuttosto avanzato, viene costantemente migliorato per cercare di rimuovere fino all'ultimo ostacolo che possa ledere il diritto all'eguaglianza, anche retributiva, della donna, soprattutto in ambito lavorativo, e per questo alle moratorie e alle sanzioni contro chi violi questi principi, si accompagnano sgravi fiscali e incentivi per tutti i datori di lavoro e le imprese virtuose. In questo ambito si inseriscono anche i congedi parentali per padri e madri e naturalmente tutta la normativa che tuteli la donna in gravidanza e in maternità.

Purtroppo gli scandali a proposito del mancato rispetto delle pari opportunità, non solo tra uomo e donna, ma tra persone privilegiate e chiunque sia a rischio di discriminazione (disabili, rifugiati, omosessuali eccetera), si sprecano, e anche questo è un segno che ci indica che la nostra società è ancora molto immatura per quanto riguarda il rispetto delle regole e dei diritti delle persone.

Tuttavia, la speranza è che con la Legge dalla propria, sia più facile combattere la discriminazione, e che attraverso opportune campagne di sensibilizzazione - promosse da organismi pubblici ma anche privati - a partire dalla scuole, si riesca a formare future generazioni sempre più consapevoli del fatto che gli individui nascono uguali, con uguali dritti e, pertanto, tutti, nessuno escluso, meritino uguali opportunità nella vita.

Barbie a favore del matrimonio gay sul suo profilo Instagram

Per la prima volta in 59 anni Barbie si è schierata a favore dei diritti della comunità gay. Continua...

Nazionale femminile italiana di calcio: dove vedere la partita di qualificazione per il Mondiale

La Rai non ha accolto l'appello di trasmettere la nazionale italiana femminile di calcio: ecco chi la farà vedere. Continua...

Censurate le pubblicità di Goodwin Smith: degradanti e sessiste

Sono state censurate le pubblicità di scarpe di Goodwin Smith, perchè offensive per le donne. Continua...

Le ragazze della nazionale italiana femminile di calcio guidate da Milena Bertolini

La nazionale maschile non va ai Mondiali 2018? E noi cominciamo a guardare anche altro: come le bravissime azzurre... Continua...

Gender Gap, per raggiungere la parità tra i sessi in Italia ci vogliono 217 anni

La disparità do genere in Italia, soprattutto salariale, ci fa scivolare nella classifica del World Economic Forum... Continua...

Le 100 donne più potenti del mondo nella classifica 2017 di Forbes

Ecco le 100 donne più potenti del 2017 secondo la classifica annuale di Forbes Continua...

Emma Bonino: “Bisogna rispettare le donne e migliorare la Legge 194”

La Legge 194 va rivista e aggiornata: è questo l'appello di Emma Bonino Continua...

La nuova Rapunzel dice no al matrimonio per godersi la sua libertà

La nuova Rapunzel è una giovane moderna che decide di godersi la sua libertà e dice no al matrimonio Continua...

Lavoro, sempre più donne costrette a dimettersi per occuparsi dei figli

Quattro donne su 10 lasciano il lavoro per prendersi cura dei propri bambini. Continua...

Arabia Saudita, finalmente anche le donne potranno guidare

Finalmente anche le donne potranno guidare in Arabia Saudita, le prime patenti saranno rilasciate a giugno 2018 Continua...