"New domesticity": le donne torneranno a fare le casalinghe?

Sembra che ci sia una tendenza "nuova" fra le donne americane: serpeggia tra le righe di questo articolo del Washington Post, si dichiara nelle parole della scrittrice Emily Matchar e non fa che essere confermata da certe abitudini sempre più diffuse (la moltiplicazione di applicazioni e libri di ricette, la proliferazione di guide per la pulizia impeccabile della casa, etc).

Sul WP viene chiamata "new domesticity" e rappresenterebbe il desiderio di tornare indietro nel tempo, a una condizione che vedeva le donne "felicemente" casalinghe; dedicarsi alla vita domestica (e farlo con le tecniche delle nostre care vecchie nonne) viene considerato sempre di più una cosa divertente e in qualche modo nobilitante. Forse quasi un lusso.

Bè, non c'è che dire, su quest'ultimo punto potremmo anche essere d'accordo: poter rimanere a casa, a badare a figli e pulizie, senza l'obbligo di lavorare per sopravvivere, sì è un lusso; ma occorre fare dei distinguo.

E' bellissimo potersi dedicare alla casa, ai figli, alle marmellate fai-da-te; ma deve essere frutto di una scelta libera e non una costrizione di qualsivoglia genere; qualcuno potrebbe dirmi che l'obbligo dei nostri giorni è quello di lavorare per forza, mentre poter rimanere a casa sarebbe una sorta di miraggio.

Eppure non riesco a liquidare così le conquiste di un intero genere, ottenute con sacrifici decennali; non posso pensare che a tutte noi piaccia questo presunto "ritorno al passato". E non sono nemmeno sicura che tale ritorno sia davvero un bene. Ma d'altra parte non so nemmeno se lo sono i ritmi così frenetici di oggi.

Cosa ne pensano le donne italiane? Quelle divise tra tradizione e innovazione, quelle ancorate nonostante tutto alla conduzione di una vita familiare e domestica impeccabile, ma che perseguono nel contempo titoli di studio e una carriera soddisfacente? Si deve per forza delineare e seguire una tendenza determinata oppure sarebbe solo molto più giusto avere più strade tra cui scegliere liberamente?? E perchè per una volta non potrebbero essere gli uomini a voler rimanere a casa a fare i "casalinghi"??

  • shares
  • Mail