Le donne hi-tech del 2011 - parte seconda

Chiudiamo l'anno in bellezza continuando la rassegna delle donne hi-tech del 2011, quelle che hanno influenzato maggiormente non solo la tecnologia in sè, ma anche diversi altri settori ad essa collegati, come la scienza, la medicina, il lifestyle.

Amy Pascal

Ecco gli altri nomi proposti da ChipChick per questa interessante classifica:
- Amy Pascal è co-presidente di Sony Entertainment; ne ha fatta di strada dopo la laurea in International Relations e il suo primo impiego alla Columbia Pictures nel 1988; ora dirige una delle aziende più attive nel mondo dell'home entertainment;
- Veronica Belmont è una donna comune ma decisamente geek: ha iniziato la sua carriera come presentatrice e ora offre la sua consulenza a molte aziende, oltre a lavorare in programmi destinati anche a canali alternativi come la Rete; ha una caratteristica che la contraddistingue: ama i videogiochi e non lo nasconde, anzi, alcune sue trasmissioni sono incentrate proprio su questo argomento.

- Virginia Hughes è invece una giornalista e scrittrice scientifica, grazie alla sua laurea in neuroscienze; ha una capacità innata di spiegare e divulgare dati scientifici, anche attraverso le nuove tecnologie;
- infine Jennifer Siebel Newsom, laureata in economia aziendale, produce film indipendenti con il Girls Club Entertainment, di cui è CEO, e promuove diverse attività per perseguire la sua missione: fare in modo che sempre più donne possano avere accesso al "potere" in tanti settori del mondo del lavoro, compreso quello della tecnologia.

Quale delle donne hi-tech dell'anno vi ha ispirato di più?

  • shares
  • Mail