Smartphone al femminile: l'HTC Rhyme viola disponibile solo online

HTC Rhyme viola

Vi ricordate dell'HTC Rhyme, lo smartphone Android pensato dal colosso taiwanese in primis per un pubblico femminile? Ne avevamo parlato poco dopo il suo annuncio ufficiale, a settembre, e già ci eravamo rammaricate del fatto che la versione in viola probabilmente non sarebbe mai arrivata in Italia.

In realtà nel nostro Paese non arriverà nemmeno la versione grigia, almeno non nei negozi di elettronica; il motivo di questa politica di commercializzazione di HTC non è chiaro, ma i fatti rimangono questi. E' un peccato, dato che per la prima volta si coniugavano davvero stile e specifiche tecniche di tutto rispetto, oltre ad accessori piuttosto fashion.

Ma non tutto è perduto: se proprio desiderate uno smartphone accattivante, performante, bello a vedersi, viola e all'avanguardia, da mostrare ad amici e amiche come un oggetto piuttosto raro da questa parte del mondo, potete ordinare l'HTC Rhyme su Expansys.

Io l'ho fatto e posso assicurarvi di essere rimasta più che soddisfatta: spedizione ultraveloce, confezione di lusso, uno smartphone davvero bello, piacevole al tatto, pieno di possibilità tecnologiche. Nella bellissima scatola viola troverete oltre al telefono e al caricabatterie, un'accattivante base per la ricarica, un paio di auricolari in-ear di gran classe e il charm, l'accessorio più cool di questo telefono, quello che notifica con una luce (rigorosamente viola) l'arrivo di sms e chiamate anche se il telefono è nascosto in borsa. Quasi dimenticavo la custodia a sacchetto in un apprezzabilissimo bianco piacevole anche al tatto.

439 euro è il prezzo dell'HTC Rhyme su Espansys, escluse le spese di spedizione; non proprio economico, ma nemmeno troppo costoso: gli smartphone possono arrivare a costare molto di più; e se volete un'alternativa stilosa all'iPhone, un'alternativa che quasi nessuno ha, ma comunque utile per organizzare tutti gli impegni di una giornata e per svagarsi, questo è il telefono per voi.

Gli unici difetti? La durata della batteria (poco più di un giorno con un utilizzo medio, ma per dispositivi di questo genere è normale) e la difficoltà nel leggere i DivX, che spesso bloccano il telefono. Ah, quasi dimenticavo: la batteria non è rimovibile, ma a questo d'altra parte ci aveva già abituati l'iPhone.

  • shares
  • Mail