Lo sporco lavoro degli strumenti di bellezza

Il rituale mattuttino di base generalmente comprende una spazzolata alla chiome, una spolverata di cipria e/o fard, magari una fonatina alla chioma un po' moscia, una spennellata di ombretto e per le più glamour anche di rossetto. Tutti gesti che - oltre che a renderci belle bellissime incredibilmente belle - lascia una traccia ben visibile su spazzole, spazzolini,pennelli e addirittura sull'asciugacapelli, di cui sarebbe bene sbarazzarsi.

La spazzola per capelli andrebbe lavata almeno una volta ogni due mesi con lo shampoo, per eliminare l'olio naturale dei capelli che vi si deposita quando spazzoliamo e la polvere che viene attratta.

I pennelli per il trucco dovrebbero invece essere lavati mensilmente (ma dipende anche dalla frequenza nell'uso), pulendoli prima con il latte detergente e poi con l'acqua e il sapone (anche lo shampoo andrà benissimo). Oltre ad eliminare così i residui di trucco e polvere, date anche una "pareggiata" alle punte, tagliandole - pochissimo - con le forbici per evitare che la passata di fard o ombretto risulti disomogenea.

Infine, pulite il filtro del phon eliminando con una stecchino la polvere e i capelli che, otturandolo, potrebbero causarne il surriscaldamento.

foto | flickr

  • shares
  • Mail