Preservativo: impara a usarlo in 3 step

condom

Possibile che ancora oggi debbano servire istruzioni per utilizzare correttamente il preservativo? Pare proprio di sì e questo accade perché, secondo una ricerca compiuta dagli studiosi del Curt - che fa capo al The Kinsey Institute for Research in Sex, Gender, and Reproduction -, il condom non è molto amato dagli italiani e di conseguenza non ne viene fatto un corretto utilizzo.

Si ha, quindi, un effetto contrario e si può incorrere incontro a gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili, più o meno gravi. Dagli Stati Uniti arriva, dunque, un vademecum su come usare il preservativo e su cosa fare o non fare mentre lo si indossa, a seguire un esempio dei suggerimenti riportati:

Prima del rapporto sessuale - assicurarsi di avere a disposizione un numero congruo di preservativi di lattice o di poliuretano e di lubrificanti a base acquosa e non oleosa. Controllare la data di scadenza.

Durante il rapporto sessuale - Strappare la parte dell’involucro avendo cura di evitare il preservativo, che non deve entrare in contatto con unghie o altri oggetti appuntiti. Verificarne l’integrità e indossarlo prima di qualsiasi contatto con il partner. Posizionare il condom sulla punta del pene eretto e verificare che si srotoli dall’esterno. Se il preservativo si trova al contrario, usarne un altro perché anche il liquido pre-eiaculatorio può infettare o ingravidare la partner. Tenere premuta la punta del preservativo per evitare bolle d’aria e srotolarlo fino alla base del pene. È consigliato l’uso di lubrificanti a base acquosa. Conservare il preservativo per tutta la durata del rapporto e cambiarlo se si cambia il tipo di rapporto.

Dopo il rapporto sessuale - Una volta concluso il rapporto, togliere il preservativo tenendolo fermo alla base per evitare la fuoriuscita dello sperma. In caso di rottura o di scivolamento del profilattico prima dell’eiaculazione, fermarsi e utilizzarne uno nuovo.

Via | italiaglobale
Foto | flickr

  • shares
  • Mail