Le cinque regole d'oro per uno shopping conveniente

C'è che ha un talento naturale - come una mia amica ai cui piedi un paio di scarpe di Bata riescono a sembrare calzature di Prada e che sa portare un twin set di Zara come se fosse l'ultimo modello di Chanel - ma saper "fare l'affare", cioè acquistare un capo economico che però stia bene e appaia più costoso e di qualità di quello che in realtà è, si può anche imparare.

Cinque le regole fondamentali:
1. il nero è il colore chiave: nasconde le imperfezioni di tessuto e taglio meglio di ogni altro colore;
2. diffidate delle giacche con stoffe fantasia (qualunque fantasia, anche a righe, per intenderci): spesso la stampa non combacia sulle cuciture o sulle spalle, tradendo la scarsa qualità. Scegliete piuttosto tessuti a tinta unita per andare sul sicuro;
3. diffidate da capi in pelle di colori trendy e sgargianti: i colori classici (il marrone, il blu, ancora il nero...) appaiono sempre meno dozzinali, che si tratti di borse o gonnne di pelle;
4. diffidate da indumenti troppo decorati: fronzoli e tessuti lucidi urlano "qualità scadente!". Semplice uguale elegante;
5. diffidate dalla maglieria effetto "delavè": tradisce la poca qualità dei materiali. Colori intensi e a tinta unita resistono meglio ai lavaggi e appaiono più "costosi".

foto | flickr

  • shares
  • Mail