A Cesena corpi, parole, sguardi di donne

donna davanti a bilancia

Vi starete chiedendo che rapporto c'è tra il titolo del post e la fotografia della donna accanto alla bilancia. Ebbene, lo scorso anno ho letto Volevo essere una farfalla, di Michela Marzano. Ho imparato che diventare invisibili è uno dei modi per rendersi visibili, per ottenere su di sé lo sguardo che definisce, da un valore alla propria esistenza. Spesso il nostro corpo di donne diventa luogo di dialogo o di monologo, mezzo per dire quello che le parole non riescono ad esprimere, megafono per pensieri e sentimenti talmente profondi, nascosti, celati, che a volte neanche sappiamo di averli e coltivarli.

Chiamare disturbo alimentare un processo che può portare alla morte mi fa impressione. Per questo credo che progetti come quello del comune di Cesena siano importanti: marzo sarà "Il marzo delle donne". Per tutto il mese, Forum Donne, Centro Donna, Casa delle Donne, con il Patrocinio del Comune di Cesena – Assessorato alle Istituzioni e ai Servizi Culturali - Politiche e Differenze vi proporranno il tema Io sottraggo. La triangolazione cibo-corpo-peso. Il tema non viene affrontato solo da specialisti, ma integrato da:

Pittura, Fotografia, Performance, Teatro, Cinema, Musica, Letteratura, Poesia, Psicologia. Ogni artista , una donna. Ogni attrice, una donna. Ogni autrice, una donna. A mostrare la propria luce e le proprie piaghe, perché, come ha dichiarato una nota performer francese, Annette Messager “ Essere un artista vuol dire guarire continuamente le proprie ferite, e allo stesso tempo non cessare di mostrarle”.

Credo sia importantissimo dare ad ogni donna non solo la possibilità di partecipare e ritrovarsi nelle storie delle altre donne, ma darle anche una voce, che può essere una voce narrante, uno sguardo, la possibilità di creare. Un progetto insomma che, pur parlando di sottrazioni, aggiunge opportunità di dialogo e di vita. Pinkies della zona o in visita a Cesena: volete poi raccontarci un po' l'evento?

Foto | Massimo Prizzon

  • shares
  • Mail