Consigli per baciare bene un uomo...e non solo

Kiss Se pensavate che per baciare bene un uomo bastassero labbra e lingua, vi sbagliavate di grosso. Perchè per "baciare" nel senso più completo del termine, per portare il vostro partner al culmine del piacere, servono anche le mani, il cervello e talvolta le tette. Almeno secondo quanto ho scovato in questo articolo di Rewmi, dove possiamo attingere qualche consiglio sicuramente interessante.

Per cominciare, ci viene suggerito di non buttarci direttamente sul pene; in effetti non è elegante; meglio prima iniziare a baciare ogni altra parte intorno, dall'interno coscia, alla parte bassa dell'addome, fino ad arrivare ai testicoli. Qui giochi di labbra e lingua sono ideali per farlo fremere. Una volta che l'oggetto del nostro desiderio è diventato sufficientemente consistente, si passa alle mani: una lo prende e dà il via ad un movimento costante e continuo, con una leggera pressione nella parte superiore; l'altra può anche essere impiegata per stimolare altre zone, come ad esempio quella del perineo, che fa impazzire letteralmente qualunque uomo.

Attenzione però che l'assenza di sostanze umide inizialmente potrebbe creargli problemi o fastidi: per ovviare al problema si possono usare, in ordine, la saliva, la lingua, la bocca oppure un semplice lubrificante, sicuramente efficace, ma anche meno divertente a dirla tutta. Per arrivare al momento culminante poi, ci viene consigliato di aumentare il ritmo del movimento, fino a provocare una reazione ben visibile...Poi ci viene suggerito di non toccare nulla subito dopo, poichè l'organo che abbiamo fra le mani diventa molto più che sensibile. Bè qui mi sento di dire che dipende dagli uomini: ad alcuni piace continuare a farsi toccare anche dopo...E nemmeno poco...

L'articolo di Rewmi ci illustra infine anche un metodo simpatico per variare un po': usare le tette e se sono troppo piccole o troppo divergenti, aiutarsi con le mani per avvolgerle intorno al membro. I restanti consigli valgono anche in questo caso.

E infine una chicca: sapevate che il pene piccolo chiede maggiore dolcezza? Pare che essendo le sue terminazioni nervose più concentrate, subisca in modo negativo la troppa foga. In ogni caso è meglio chiedere sempre a lui cosa preferisca; e se le parole proprio ci mancano, passiamo all'azione: le cose si imparano facendole e sbagliandole; per le correzioni c'è sempre tempo...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail