Un abito luminoso...ed elettrico!

Un paio di settimane fa abbiamo parlato di Aurora, un abito molto particolare dotato di 10.000 luci a LED, confezionato per una cantante d'opera e appariscente quanto basta.

E per l'occasione abbiamo anche parlato del connubio ormai sempre più inevitabile tra moda e tecnologia, prospettando un futuro in cui gli abiti non saranno più semplicemente dei pezzi di stoffa: oltre a poterli provare con l'aiuto di dispositivi come Kinect e tablet, in un mondo virtuale ma fortemente intrecciato con la realtà, i vestiti saranno essi stessi parte integrante di "circuiti" e connessioni di vario genere.

Se guardate l'abito di questo breve video, vi renderete conto che non si tratta di uno scherzo: l'abito in questione è qui attraversato da corrente elettrica che genera luce e colore, anche a intermittenze differenti. Bè la visione lascia a bocca aperta e fa riflettere nuovamente su quel che sarà il futuro della moda.

Al contempo però rimango perplessa e leggermente inquieta: manichini e robot, queste sono le "modelle" per un abito del genere. E, al di là della riflessione sulla sua sicurezza (con inevitabili domande correlate), è come se indossando vestiti simili, ci potessimo trasformare davvero in macchine. Fantascienza? Futurismo ipotetico? Non ne sarei così convinta; in fondo non pensiate che non ci aspetti un futuro ibrido: saremo sempre più simili alle macchine e loro saranno sempre più simili a noi. Fino a quando ci fonderemo e diventeremo tutti degli esseri cyber. Intanto c'è già chi pensa ad overclockare il cervello...

Via | Craftzine

  • shares
  • Mail