Scegliere i colori delle pareti secondo la cromoterapia

Quali sono le regole della cromoterapia per quello che riguarda la scelta dei colori delle pareti? Ecco tutti i suggerimenti utili per poter creare un ambiente armonioso e sereno, da vivere in tutta tranquillità.

colori delle pareti

Scegliere i colori per le pareti di casa non è facile: non è solamente una questione di gusto. La cromoterapia ci insegna che ad ogni tonalità si può associare uno stato d'animo, una sensazione. Ormai sappiamo che, nella scelta dei colori delle pareti di casa, dobbiamo evitare il rosso o i colori intensi perché non conciliano il sonno. Ma quali sono i significati di tutti i colori?

Ad ogni colore delle pareti di casa il suo significato: le tonalità devono essere scelte con cura, perché possono influire sia sul nostro stato d'animo, sia sulla nostra produttività, oltre che sul nostro umore e la nostra salute.

Vediamo i significati dei colori delle pareti secondo la cromoterapia, escludendo bianco e nero che non vengono praticamente mai usati per tingere i muri di casa o di uffici o locali pubblici.


  • Rosso: un colore stimolante, che può diventare irritante. Stimola il fegato e la vescica, può alzare la pressione sanguigna e influenza sul senso di appetito.

  • Arancione: è in grado di favorire la concentrazione ed è il colore della creatività. Stimola la respirazione e aumenta il battito del cuore.

  • Giallo: è il colore dell'ottimismo, ideale per chi soffre di depressione, stimolando anche l'appetito. Tonifica il sistema nervoso e aiuta la digestione.

  • Verde: aiuta l'umore e da equilibrio. E' un colore disintossicante e asettico.

  • Blu: un colore rilassante e calmante.

  • Viola: ha un effetto calmante e riduce stress e asma, mitiga anche l'insonnia. Può rallentare il battito cardiaco ed è in grado di stimolare milza e funzioni endocrine.

A voi, ora, la scelta del colore delle pareti ideale per voi!

Foto | da Flickr di brooke

Via | Curenaturali

  • shares
  • Mail