Da adolescente a dieta, da adulta fumatrice

Chi si mette a dieta da piccola ha il doppio delle possibilità delle sue coetanee non a stecchetto di diventare un'accanita fumatrice da grande.

La ricerca che lo svela, condotta dall'Università della Florida, sostiene che due sono i fattori di maggiore incidenza sul connubio dieta - sigaretta: il primo è la diffusa convinzione che il consumo di nicotina aumenti il metabolismo e faccia perdere peso, il secondo è la vulnerabilità al consumo di ogni tipo di "droga" che sarebbe favorito da regimi alimentari rigidi.

Insomma, o adolescenti ciccione, ma con polmoni puliti da adulte, oppure giovani e magre, ma perennemente con la cicca in bocca da grandi.

Particolare interessante: lo stesso non vale per gli adolescenti maschi, in cui l'incidenza di un regime alimentare ipocalorico non aumenta l'attrazione verso il fumo. I soliti uomini fortunelli.

foto | flickr

  • shares
  • Mail