Come mascherare i segni di una sbronza

Un gran bel mal di testa non è l'unico strascico di una notte di baldoria.

L'amato bicchiere di Martini che fa tanto "Sex & the city" (od il calice di bordeaux, tanto gustoso quanto chic, od un mojito rinfrescante... ad ognuno il suo) è nient'altro che alcool, con eccellenti proprietà diuretiche e vasodilatatrici, responsabile di pelle disidratata, occhi gonfi ed eccessiva sudorazione.

Per ridurre al massimo le conseguenze catastrofiche che alzare troppo il gomito può avere sul nostro fisico, ed in particolar modo sul nostro viso, nel trascinarci verso il letto dopo la folle nottata ricordiamoci di passare per la cucina a bere molta acqua, nonchè per il bagno per una dose extra di idratante sul viso.

Una volta tra le lenzuola, dormiamo con almeno due cuscini sotto la testa, per aiutare i liquidi ed il sangue a drenare verso il cuore ed evitare occhi gonfi come canotti.

La mattina dopo - sempre che siamo riuscite ad alzarci - è d'obbligo una rinfrescata totale, comprensiva di shampoo: non solo per l'effetto sveglia di una bella doccia mattutina (magari con prodotti a base di menta o eucalipto, che aumentano la sensazione di freschezza e lucidità), ma anche per eliminare l'eccessiva sudorazione causata dalla serata alcoolica.

Nel caso in cui, nonostante tutti questi accorgimenti, sembriamo ancora uno zombie, ma siamo costrette ad uscire di casa ed incontrare altri esseri umani, mano ai pennelli per una passata di fondotinta e fard per una colorito "vivo" e occhiali da sole pronti in borsa per mascherare l'occhio iniettato di sangue.

foto | flickr

  • shares
  • Mail