Uomini, la fede al dito non è segno di fedeltà

La fede al dito mi piace portarla ma non per mostrare al mondo che sono sposata o fedele al mio compagno ma perchè è il ricordo di un giorno emozionante che ha cambiato la mia vita. Se qualche volta capita di toglierla perchè temo di perderla e la metto nel cassetto non succede il finimondo, non mi assalirà certo nessuno perchè si accorgono che il mio status è di single. Certo, sta lì da così tanto tempo che mi sembra ormai parte del dito, e raramente la sfilo.

Ma si assegna veramente tanta importanza all'anello nuziale? Il sito di incontri extraconiugali Gleeden ha condotto un sondaggio su 1200 persone. Risultato? L'8 per cento delle donne sposate e il 14 per cento degli uomini sposati non portano l'anello nuziale.

L'undici per cento delle donne non mettono la fede in certe occasioni: in primo luogo perché hanno paura di danneggiarlo o di perderlo, in secondo, lo mettono per convenienza, per evitare di dire che sono sposate (terza ragione), ma anche per sembrare più giovane (quarta ragione).

Per gli uomini è diverso: molti non la mettono per motivi professionali, per non rivelare il loro stato civile e poi, per comodità, perché a lui non piacciono gioielli o perché vogliono sedurre qualche affascinante sconosciuta (e lei non deve assolutamente sapere che è già impegnato).

Nel complesso, il 53 per cento delle donne e il 36 degli uomini credono che rappresenti un simbolo di fedeltà. Le persone romantiche e tradizionaliste appartengono ancora una volta al gentil sesso.

Via | 7sur7
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail