Essere Antonella Clerici

antonella clerici accusa un malore alla Prova del cuocoCapita di svegliarsi storte. Magari perché la Luna è stata in qualche cavolo di trigono per tutta la notte, magari perché hai gente a pranzo e non hai voglia di metterti ai fornelli. Succede.

Stamattina, per Antonella Clerici, era una di quelle mattine da starsene a casa, darsi malate e basta. Ma mica poteva: lei non solo doveva mostrare per contratto la sua bella dentatura quotidiana, ma c’aveva pure da cucinare in due cucine contemporaneamente, tenere sotto controllo due forni rotanti, sette minipimer, i concorrenti, quattro frullatori, la cicoria sul fuoco, il ripieno dei cannelloni e un soffritto nucleare.

Povera Antonella. Ti credo che a un certo momento non ce l’ha fatta più e ha abbandonato lo studio de “La prova del cuoco” accusando un “malore”. Io avrei afferrato un forchettone per arrosti e una mannaia cinese e mi sarei diretta a passi da gendarme verso il pubblico plaudente. “Batti ancora una volta quelle manacce e te le taglio”, avrei gridato a una signora di Poggibonsi, partita col pullman della misericordia di mattina presto per partecipare al suo programma preferito e stringere la mano alla cara Antonella. Poi sarei scoppiata in lacrime e avrei dato la colpa alle cipolle.

Antonella invece, con dignità e eleganza, è tornata subito dopo la pubblicità e si è scusata dando moderate spiegazioni: “Scusate, è solo un po' d'influenza, forse una piccola crisi d'ansia. Un momento di fragilità come li abbiamo tutti”. In realtà avrebbe potuto essere anche meno sincera, non era tenuta a spiegare il suo stato in termini così personali, ma ha preferito farlo per non dare adito a successive illazioni.

Che nessuno si azzardi a dire che Antonella Clerici è emotivamente instabile o che sta attraversando un periodo di depressione. Anche se fosse, che nessuno si azzardi o prendo la mannaia.

  • shares
  • Mail