Inizia il viaggio della casa editrice Il Caso e il Vento

logo caso e ventoÈ appena iniziato il viaggio di questo gruppo di donne che ha dato vita ad una casa editrice un pò particolare. Imprenditrici culturali che vogliono valorizzare lo sguardo delle donne sul mondo. Quali donne? "Le donne di ieri, i cui libri e pensieri sono fuori catalogo, fuori commercio e fuori l'ordine consentito. Le donne di oggi, femministe e non, che hanno qualcosa da dire con forza a livello narrativo, saggistico, artistico, educativo". Con queste semplici parole, Sandra Giuliani, direttrice editoriale, ha caratterizzato la selezione della neonata casa editrice.

La particolarità di questa casa editrice sta nel suo sistema di diffusione: si cerca di implementare il network di contatti svolgendo attività culturali per ogni titolo in uscita. Si scelgono bistrot, biblioteche, botteghe artigiane, librerie, fiere del biologico come punti di visibilità e di vendita poichè, non potendo avere ampie tirature, si cerca di creare uno scambio, un dialogo attraverso eventi e manifestazioni.

Questa casa editrice nasce come una rete di solidarietà, queste donne sono imprenditrici, artigiane, artiste, grafiche, libraie che cercano insieme di creare una rete che sia anche ecologica. Tutti i libri della casa editrice vengono stampati infatti su carte ecologiche, con processi di lavorazione a basso impatto ambientale.

Tra le iniziative de Il Caos e il Vento, c'è la volontà di portare in Italia un'opera sconosciuta di Marjia Gimbutas e un immenso lavoro sul matriarcato di Heide Abendroth Goettner.

La casa editrice organizza anche incontri di lettura, stage e laboratori. Sabato, ad esempio è prevista a Roma una sfilata di abiti fatti con tessuti biologici. Tutte le informazioni su questa iniziativa e sugli altri eventi in programma, potete trovarle qui. A me sembra un buon esempio di imprenditoria femminile, voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail