Actigrip sedativo per la tosse: posologia, indicazioni e quando assumerlo

Actigrip è un farmaco comunemente usato per combattere la tosse, vediamo il dosaggio e le indicazioni d'uso



Actigrip contro la tosse è un farmaco sedativo (calmante e fluidificante) molto usato sia dagli adulti che dai bambini per le affezioni alle prime vie aeree. Quando un raffreddore si trasforma in bronchite, o in semplice tosse, può essere utile trovare sollievo attraverso l'assunzione di medicinali specifici, sia in forma di sciroppo che di pastiglie, che in genere sono da banco, quindi non necessitano di ricetta medica.

Questo non significa che possiamo prenderli quando e come ci pare, al contrario, bisogna sempre assumere qualunque medicina con molta prudenza, e limitandosi ai periodi in cui sia strettamente necessario. Uno di questi farmaci è, appunto, Actigrip, che troviamo in farmacia disponibile in gocce, in compresse e in sciroppo.

Vediamo il modo d'uso di ogni formulazione a seconda delle età. Cominciamo con Actigrip sedativo tosse per i bambini:



  • Actigrip tosse in gocce: per neonati dai 6 mesi ad 1 anno 5 gocce 3-4 volte al giorno, per i bambini da 1 a 3 anni 10 gocce 3-4 volte al giorno, per bambini dai 3 ai 13 anni 20 gocce 3-4 volte al giorno


  • Actigrip tosse sciroppo: per i neonati dai 6 mesi a 1 anno 1/4 di cucchiaino da tè 3-4 volte al giorno, per i bambini da 1 a 3 anni 1/2 di cucchiaino da tè 3-4 volte al giorno, per i bambini dai 3 ai 13 anni 40 gocce 3-4 volte al giorno
  • Actigrip tosse in compresse o pastiglie: solo per i bambini dai 6 ai 13 anni di età 1 pastiglie 3-4 volte al giorno

Vediamo ora il dosaggio per gli adulti:

  • Actigrip tosse in gocce: 40 gocce 3-4 volte al giorno o 20 gocce 6-8 volte
  • Actigrip tosse in sciroppo: 2 cucchiaini da tè 3-4 volte al giorno o 1 6-8 volte
  • Actigrip tosse in compresse: 1 pastiglie 4-8 volte al giorno

Esistono controindicazioni all'uso di Actigrip sedativo per la tosse? Qualcuna sì: è sconsigliato in caso di gravidanza e allattamento, in caso di patologie renali (soprattutto insufficienza renale), e per quanto riguarda gli sportivi va ricordato che lo sciroppo, contenendo alcol etilico, non può essere usato durante le competizioni ufficiali perché considerato dopante. Se l'uso di questo farmaco non dovesse sortire apprezzabili effetti positivi contro la tosse, meglio sospenderne l'uso o chiedere al medico, in ogni caso non si deve mai assumere per periodi di tempo prolungati.

Foto| di hurtingbombz per Flickr

  • shares
  • Mail