Il mal di vivere di Loredana Berté

Il mal di vivere di Loredana Berté

Una Domenica Bestiale, canterebbe un suo collega, quella di Loredana Bertè che ieri si è barricata in una stanza di un lussuoso albergo dei quartieri Parioli di Roma. All'origine di tutto, una forte lombo-sciatalgia che l'ha portata ad andare in escandescenze e che ha convinto i responsabili dell'albergo a chiamare il 118. Al loro arrivo Loredana non ha voluto aprire e ha minacciato di togliersi la vita e addirittura voci (non confermate) dicono che il motivo della chiamata è stato proprio per un tentato suicidio. La cantante ha aperto soltanto al suo amico di sempre Renato Zero che è rimasto con lei e l'ha convinta a farsi visitare da un medico.

Un vero e proprio mal di vivere quello di Loredana Bertè che purtroppo l'ha accompagnata da sempre. Una vita tormentata la sua, ma soprattutto un'anima tormentata. Un personaggio scomodo, una personalità unica, che probabilmente non ha pagato ma anzi ha penalizzato un'artista straordinaria che ha creato pezzi che portano alto il nome donna nel mondo della canzone italiana.

Una carriera che inizia a metà degli anni '60 come ballerina e che continua come cantante incidendo innumerevoli successi che rimarranno nella storia come Il mare d'Inverno, Non sono una Signora e Sei Bellissima. Vittima più volte di censura, Loredana non si ferma mai e va dritta per la sua strada, posando anche nuda per Playboy.

Un look unico, provocatorio, talvolta di cattivo gusto, che lei stessa ammette di creare da sola. Ricordo di aver visto un'intervista un pò di tempo fa nella quale asseriva che Dolce & Gabbana prendevano spunto da lei. Semplicemente fantastica! Lei è così...e a noi piace così...non mollare grande donna!

  • shares
  • Mail