Identikit del traditore: i soliti sospetti

2 Oggi vi voglio raccontare una "favola" moderna. Era una bella mattina di febbraio quando ad Aurora arrivò una telefonata del suo fidanzato in cui le comunicava tutti gli impegni della giornata in maniera molto dettagliata: università, pranzo fuori, biblioteca e lavoro. Contenta della sua scelta "professionale", la fanciulla si buttò anima e corpo nel proprio lavoro.

Passò la mattina, il pomeriggio e anche la sera. Nessuna breaking news da parte del giovane, se non per il bacio virtuale della buona notte. Era una (quasi) normale giornata di coppia tra due persone con vite diverse.

Il giorno successivo, poco prima di pranzo, lui la chiamò (si era appena svegliato) e le disse che durante la notte non era stato bene, molto probabilmente a causa di quello che aveva mangiato a pranzo il giorno prima.

Mmh, ucci ucci sento odore di cristianucci, recitava la fiaba di Pollicino. Qualcosa non quadrava. Aurora ripensò al giorno precedente: le aveva detto che aveva mangiato un pezzo di pizza e la sera stava bene. Con una fortissima sensazione di sospetto, gli (ri)chiese cosa avesse mangiato a pranzo. E la risposta fu leggermente diversa dall'originale: “Pasta al salmone”!

La sua filosofia si riassume in un detto: “Aspettare sul bordo del fiume il cadavere del nemico passare”. Così, con la sua calma imperturbabile lei fece notare la contraddizione, altre "persone" furono nominate… dopodiché l’inferno! Vani tutti gli stupidi tentativi di insistere sull'inutilità dei suoi sospetti.

Se Aurora è stata realmente tradita non lo so e non lo sapremo mai. Alla smentita categorica non ha mai creduto. Altre bugie hanno fatto la loro apparizione. Si è impegnata, ma la fiducia persa non si ricostruisce schioccando le dita. Morale della favola, dopo un paio di mesi a cercare di mandare giù un rospo che non è mai sceso, l’abisso tra i due si era ormai scavato. I chiari occhi di lei vedevano una persona diversa.

Ora, scagli la prima pietra chi non ha mai avuto un dubbio o un sospetto.

Spesso ci sono dei segnali o degli atteggiamenti strani che per qualche strano motivo non vengono colti. Vi siete mai domandati come poter scoprire se il vostro partner è bugiardo? Un esempio provato sulla pelle di qualcuno è stato dato. Sarebbe molto 'divertente' provare a tracciare una sorta d'identikit del traditore. La prima caratteristica la mette Aurora: non ricordarsi nemmeno quello che ha mangiato a pranzo!

  • shares
  • Mail