Euro 2012: senza reggiseno contro la prostituzione

Euro 2012: in topless contro la prostituzione

FEMEN è un movimento di donne che in questo periodo sta creando scompiglio tra i tifosi di Euro 2012. Le attiviste hanno infatti deciso di portare avanti le loro battaglie in maniera singolare: manifestando in topless e attirando, così, l'attenzione di tutti coloro a cui vogliono far arrivare i loro messaggi.

Adesso che l'Ucraina è sotto i riflettori di tutta l'Europa per la disputa calcistica a cui stiamo assistendo in questi giorni, le FEMEN hanno deciso di mettere in atto le loro dimostrazioni per far conoscere il loro Paese sotto una luce differente da quella sotto la quale appare accendendo il televisore.

Con lo slogan "né la Polonia né l'Ucraina sono bordelli", le FEMEN vogliono denunciare quanto è grave la piaga della prostituzione. A quanto pare, infatti, decidere di portare nel cuore dell'ucraina una manifestazione come Euro 2012 ha peggiorato le condizioni degli abitanti e mostrato al mondo una realtà non corrispondente al vero, creata per l'occasione, e molto diversa da quella che appare.

Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione

Le FEMEN denunciano in Ucraina un mercato della prostituzione radicato e ammantato dalla violenza: legalizzare la prostituzione, come molti suggeriscono, non è la soluzione ideale. Sarebbe giusto, a detta delle attiviste, prendere atto della realtà e operare una radicale opera di istruzione ed educazione, atto che nessuno dei governanti sembra voler assumere poiché farlo significherebbe ammettere che esiste tale piaga e dover affrontare il problema.

In Ucraina molte studentesse si prostituiscono per pagarsi gli studi, e gli hotel offrono dei servizi che comprendono anche la compagnia di ragazze, come se fosse una pratica del tutto lecita e normale.

Il movimento delle FEMEN nasce nel 2008, la base è costituita per lo più da studentesse universitarie tra i 18 e i 21 anni. La decisione di costituirsi come gruppo nasce dall'idea di voler lottare contro il turismo sessuale, il sessismo e la prostituzione che in Ucraina sono dilaganti.

A quanto pare la decisione di manifestare in topless è nata per caso: durante una manifestazione un'attivista è stata strattonata dalla polizia, nella colluttazione sono saltati i bottoni della sua camicetta attirando tutti i flash dei fotografi presenti. In quel momento le ragazze hanno compreso di aver trovato una maniera inequivocabilmente vincente per farsi ascoltare.

Via | metropolitaine

Foto | | metropolitaine

Euro 2012: in topless contro la prostituzione

Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione
Euro 2012: in topless contro la prostituzione

  • shares
  • Mail