Gli abiti cambiacolore che indicano la qualità dell'aria

Dahea Sun, studentessa della "Central Saint Martin", ha deciso di votare il suo lavoro di stilista a cercare di creare abiti in sintonia con l'ambiente, per favorire una più stretta relazione tra la moda e i suoi consumatori al fine di migliorare il nostro habitat.

Recentemente si è impegnata nello sviluppo di una serie di coloranti che hanno risposto a livelli di acidità dell'acqua piovana utilizzando pigmenti noti come antociani, comunemente presenti in cavoli rossi, more, melanzane. Sun è stata in grado di usare il suo "Palette Rain" per aiutare le persone a visualizzare la qualità dell'aria a colpo d'occhio.

La sua collezione "Rain Palette" si propone di fornire un approccio semplice e poetico a visualizzare la qualità dell'aria attraverso l'acqua piovana. I capi che Sun ha sviluppato sono tinti con un colorante naturale che cambierà colore in reazione ai livelli di pH dell'acqua piovana.

La moda ha un collegamento diretto con l'ambiente, i miei capi sono indicatori di pH, che è ipersensibile per pH, cambiando il suo colore non appena è piovuto. Ho voluto incarnare l'attenzione ambientale e la responsabilità in una collezione poetica che trasmette fascino e sofisticati dettagli.

Più persone partecipano, più aumenta l'importanza che mantengono nella loro coscienza delle problematiche ambientali, quali piogge acide, inquinamento atmosferico, e il riscaldamento globale. Questa applicazione può contribuire direttamente ad aumentare la consapevolezza pubblica della sostenibilità.

Via | ecouterre

Foto | | ecouterre

  • shares
  • Mail