La frutta per i diabetici con pochi zuccheri secondo le tabelle ufficiali

La frutta è necessaria nell'alimentazione quotidiana di tutti noi, ma per i diabetici è bene scegliere i frutti con minor indice glicemico, vediamo quali sono



Le persone che soffrono di diabete devono stare stare attente al consumo di glucidi, ovvero zuccheri. I carboidrati semplici (come la frutta), devono essere comunque presenti nella loro alimentazione quotidiana, perché sono necessari per mantenersi in salute e acquisire energia, l'essenziale è cercare di scegliere quei frutti con inferiore indice glicemico e non abbondare nelle porzioni.
L'indice glicemico di un cibo è molto importante da tenere a mente, non solo per chi sia diabetico, ma anche per chi tenda ad ingrassare e soffra di disturbi del metabolismo.

Infatti questo parametro ci fornisce indicazioni sulla capacità di un cibo - rispetto ad un valore standard i riferimento - di innalzare la glicemia dopo il pasto. Più alto sarà l'indice glicemico dell'alimento in questione, più sarà pericoloso per chi sia diabetico. Ecco perché, per quanto riguarda cibi naturalmente zuccherini come la frutta, è importante avere una tabella che indichi quali sono più o meno a rischio di creare degli scompensi.

A tal proposito, va detto che i frutti con un indice glicemico alto, però, non sempre sono pericolosi allo steso modo, dipende anche dal contenuto totale dei carboidrati (ovvero dal carico glicemico). In questo senso un frutto sostanzioso come la banana, è certo da consumare con più moderazione di una fetta di anguria (che ha più acqua che carboidrati), anche se entrambi possiedono un elevato indice glicemico. Alla luce di tutto ciò vediamo quali tipi di frutta un diabetico può consumare senza problemi, tenendo conto che una porzione ideale non dovrebbe contenere più di 15 g di carboidrati:


  • Mele
  • Pere
  • Nespole
  • Fragole
  • Albicocche
  • Pesche
  • Lamponi
  • Arance
  • Pompelmi

La frutta da consumare con moderazione, valutando il computo totale dei glucidi consumati per ogni pasto, è invece la seguente:


  • Banane (meglio non troppo mature)
  • Fichi
  • Cachi
  • Uva
  • Anguria

Da evitare, invece tutta la frutta sciroppata, i succhi industriali e la frutta secca (fichi, datteri, uva passa, prugne, albicocche).

  • shares
  • Mail