Il caffè aiuta le donne a mantenere in buona salute la memoria

In qualsiasi settore lavoriate, non ditemi che non risentite del carico "extra" che arriva a Natale. Sia che vi avviciniate ad una chiusura natalizia (bisogna dire, fare, brigare tutto il 2007) sia nel caso lavoriate anche durante le festività.

Non vi resta che farvi una tazza di caffè per sopravvivere a tutto ciò. Sono diverse le propritetà benefiche del caffè, come raccontano gli amici di Benessereblog.

Per noi donne c'è di buono che secondo uno studio dell'istituto nazionale francese di ricerca il caffè ci aiuterebbe a mantenere una buona memoria in vecchiaia, e forse a prevenire l'insorgere della demenza senile. Diciamo "forse" perchè non vi è prova di questo ma è solo un'ipotesi formulata dai ricercatori.

Secondo lo studio, effettuato su donne sopra i 65 anni, quelle che avevano consumato quotidianamente più di tre tazzine dimostravano di avere più memoria rispetto a donne che consumavano una tazzina al giorno o meno.

Non è certo che la caffeina prevenga l'insorgere della demenza senile, forse ne ritarda solo l'insorgere, forse no. In ogni caso, meglio attestarsi ad un uso moderato (mollate il thermos da 1,5 litri che avevate già rispolverato dal campeggio del '99...).

La cosa interessante è che sugli uomini non viene riscontrato questo effetto pro-memoria. A quanto pare le donne reagirebbero in modo diverso verso la caffeina, sarebbero più sensibili ai suoi effetti. Tanto per cambiare, un ennesima conferma al fatto che siamo diversi. O no? Va beh, io per rifletterci su mi faccio un caffè.

Foto | Sanja

  • shares
  • Mail