La ricetta perfetta del gelato al limone con o senza panna

Ecco dei consigli per preparare in casa il gelato al limone con e senza la panna, provatelo anche voi


Il gelato al limone è buono e molto fresco, di solito viene considerato un gusto troppo semplice e poco interessante ed in effetti di fronte ad una coppa di gelato alla nocciola o al cioccolato, perde un po’, inutile negarlo. Se però volete fare il gelato a casa e rimanere sul light, il gelato al limone è una valida alternativa, è buono e sfizioso e non contiene molte calorie, ve ne propongo due versioni, una con la panna ed una senza.

Gelato al limone con panna


Ingredienti

  • 400 ml di succo di limone
  • 200 ml di acqua
  • 220 gr di zucchero
  • 200 ml di panna
  • 5 gr di farina di semi di carrube

Preparazione
Prendete una pentola e mettete dentro l’acqua, la panna, lo zucchero e la farina di semi di carrube, fate sfiorare l’ebollizione e poi spegnete il fuoco. Mettete il composto dentro una vaschetta che sotto ne ha un’altra piena di ghiaccio in modo da far raffreddare velocemente il composto. Trasferite il vostro composto in frigorifero per 4 – 5 ore in modo da farlo raffreddare. A questo punto mescolate la crema con la panna e lo zucchero con il succo di limone, mescolate e versate tutto dentro la gelatiera per 35 minuti circa.

Gelato al limone senza panna


Ingredienti


  • 500 ml latte
  • 130 g zucchero
  • 150 ml succo di limone
  • scorza di 2 limoni biologici

  • 5 gr di farina di semi di carrube

Preparazione
Lavate i limoni e prelevate la scorza grattugiata, mettetela in una pentola insieme al latte, alla farina di semi di carrube e allo zucchero, scaldatelo e sfiorate l’ebollizione, poi spegnete il fuoco, mettete il coperchio e lasciate in infusione per un paio d’ore in modo da farlo profumare. Mettete il latte in una ciotola e mescolatelo con il succo di limone, poi ponete tutto in frigo per un paio di ore, trasferite il composto nella gelatiera e fate mantecare per 30 minuti circa. Potete provare a sostituire il latte tradizionale con quello di soia o di avena.

Foto | da Flickr di stone-soup

  • shares
  • Mail