Matrimoni combinati: il gioco inventato da una donna pachistana per riflettere su questa piaga

Contro i matrimoni combinati, il gioco di una donna pachistana.

I matrimoni combinati sono ancora una piaga dei nostri tempi: in molti paesi del mondo, infatti, è ancora "usanza" combinare le nozze delle proprie figlie. Ma sempre più voci si levano contro un retaggio culturale che non dovrebbe più esistere: come si fa a obbligare una persona a sposarsi se non c'è amore? Senza magari nemmeno conoscere l'uomo con cui passerà il resto della sua vita (o la donna, perché spesso anche gli uomini sono vittime dei matrimoni combinati, non dimentichiamolo!).

Per far riflettere sul fenomeno dei matrimoni combinati, Nashra Balagamwala, una ragazza pachistana di 24 anni, ha inventato il gioco Arranged, un giorno per ragazze con una posta in palio molto importante: chi vince il gioco da tavolo, infatti, riesce a sfuggire al matrimonio che le è stato combinato.

Per realizzarlo la ragazza si è ispirata a quello che ha visto e vede succedere nella sua famiglia, ma anche gli amici maschi l'hanno aiutata con i loro consigli. La stessa Nashra era stata promessa sposa a un ragazzo, ma lei, che oggi vive in America, è riuscita a scongiurare il matrimonio combinato. Arranged, dunque, non è solo un gioco, ma un vero e proprio atto di accusa nei confronti della cultura pachistana.

Un gioco che ha esposto molto Nashra Balagamwala alle critiche dei fondamentalisti, ma per fortuna sono anche molte le voci che si sono levate a suo sostegno: il gioco, del resto, è stato creato anche per dare un raggio di speranza a tutte le ragazze che come lei hanno dovuto o devono ancora affrontare un matrimonio combinato.

Il progetto lo potete scoprire anche su Kickstarter.

  • shares
  • +1
  • Mail