Se non si raggiungono le quote rosa stabilite, le aziende chiudono... in Norvegia

pari opportunità e quote rosa in parlamento e nelle impreseIn Norvegia vige la regola che almeno il 40% dei consigli di amministrazione delle aziende sia costituito da dirigenti con le tette (tette vere o siliconate, purché non siano quelle cadenti e pelose dei dirigenti maschi attempati e ben nutriti che pullulano qui da noi ). Insomma alla questione delle pari opportunità lassù al nord si dà grande importanza. Dal 2001 ad oggi le donne presenti nei consigli amministrativi delle aziende norvegesi sono salite dal 6% al 37%.

La fine del 2007 coincide con la data fatidica entro cui quel 25% delle aziende recalcitranti ad adeguarsi agli standard stabiliti, deve renderne conto al governo. Pur faticando a raggiungere l’ ambizioso quorum, la Norvegia si presenta attualmente come la nazione con più imprese rosa al mondo. E questo perché il progresso in tal senso è stato imposto con pugno d’acciaio, prevedendo e promettendo sanzioni punitive alle aziende disobbedienti, addirittura minacciando di farle chiudere.

Infatti il governo sostiene che applicherà le procedure contro quelle 111 aziende che hanno preso sottogamba il provvedimento. In Norvegia già la metà dei ministri del governo in carica è femmina e di certo a un risultato del genere non si giunge chiedendo permesso e perfavore.

via | Corriere

foto via | flickr

  • shares
  • Mail