La dieta del finocchio per depurarsi e perdere peso

Il finocchio è un grande alleato di chi sia a dieta: depura, drena e se ne può mangiare a sazietà perché ha pochissime calorie. Vediamo come usarlo per dimagrire e disintossicarsi


E' difficile che una persona che intenda mettersi a dieta non contempli il finocchio tra gli alimenti da privilegiare nei propri menù. Si tratta, infatti, di un ortaggio dotato di grandi virtù depurative e digestive, dal caratteristico gusto dolce e fresco che ben si sposa con molteplici preparazioni, saziante e, soprattutto, ipocalorico. Pensate che un etto di finocchio crudo ha appena 9 calorie.
Ma le qualità dimagranti di questo ortaggio carnoso e croccante, di cui possiamo consumare anche le barbe che in insalata sono deliziose, non sono solo legate al fatto che è ricco di acqua e del tutto privo di grassi.

Infatti contiene anche minerali che stimolano in modo naturale la diuresi e facilitano l'eliminazione del sodio e delle tossine del sangue, come il potassio, il fosforo, il selenio, il magnesio. Non mancano le vitamine, soprattutto la A e la C, e preziosi antiossidanti come i flavonoidi, in particolare la quercetina.

Insomma, se ci sentiamo fuori forma, se soffriamo di un fastidioso gonfiore addominale e abbiamo il fegato affaticato, una buona dieta del finocchio di qualche giorno ci può aiutare a ripulirci dalle scorie, perdere un po' di liquidi in eccesso e sgonfiare la pancia, dato che oltre ad avere molte fibre che aiutano l'attività intestinale, questo candido ortaggio è noto anche per sue proprietà carminative, che agevolano l'assorbimento dei gas digestivi. Ecco una dieta-tipo di un giorno per un meraviglioso effetto detox:



  • Colazione leggera a base di caffè d'orzo o tè verde, uno yogurt magro e delle fette biscottate con un velo di miele o di marmellata bio senza zucchero aggiunto (in alternativa del buon malto d'orzo)
  • Spuntino: una centrifuga di finocchio


  • Pranzo: del pesce cotto in modo leggero - al vapore o alla piastra condito con un filo di olio a crudo - e un'insalata di finocchi crudi con due noci o una manciata di pinoli tostati condita con olio e limone (o aceto di mele) e un panino piccolo integrale, meglio ancora se leggermente tostato. Per concludere frutti drenanti come mirtilli o una mela
  • Merenda: una tisana al finocchio tiepida con del miele e succo di limone


  • Cena: pasta integrale condita con olio a crudo o un sugo di pomodoro molto leggero e un contorno di finocchi al vapore o al forno (non gratinati). Per concludere una manciata di fragole o di ciliegie, o anche un bel kiwi
  • Prima di andare a letto si può assumere un'altra tisana al finocchio tiepida che facilita il sonno


Provate questa semplice dieta depurativa anche solo un giorno a settimana e ne vedrete presto i benefici.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: