Un armadio ordinato in poche mosse

Cambio di stagione, organizzare l'armadio Oramai ci siamo! I saldi sono arrivati quasi ovunque, la voglia di fare shopping ci pervade, ma prima di lanciarci nella folle caccia, penso che sia indispensabile rivolgere un pensierino al nostro armadio e alle condizioni pietose in cui versa. Vi abbiamo già dato qualche spunto qui, ma, come si suol dire, repetita iuvant.

Che sia per la mancanza di spazio o per la mancanza di ordine insita nel nostro DNA, una bella pulitina al guardaroba non farebbe male e se vi state chiedendo da che parte cominciare, guardate questo video che fornisce un paio di semplici regole in grado di salvarci dall'essere inghiottiti da pantaloni, maglie, sciarpe e cappelli. Il trucco sta nell'organizzare e razionalizzare il lavoro:

  • Vestiti in buone condizioni, che per una ragione qualsiasi non mettiamo da svariato tempo: questi vestiti potrebbero addirittura fruttarci qualche soldino extra da investire in nuovi acquisti: come? Vendoli su ebay o su altri siti specializzati. Badate bene in questo caso a verificare lo stato di tutti i capi e soprattutto ad informarvi sulla serietà dei negozi a cui volete vendere i vostri abiti.
  • Vestiti che MAI- e dico MAI- avete messo e metterete, al cui solo pensiero di averli comprati diventate rosse dalla vergogna: beh, qui la cosa è ancora più facile: infilateli in uno scatolone e donateli a qualche organizzazione che si occuperà di regalarli a chi ne ha bisogno.
  • Vestiti che ci piacciono e che vorremmo tanto mettere, ma bisognosi di un qualche aggiustamento: se quella gonna veramente vi piace, probabilmente vale la pena di spendere qualche euro per farla aggiustare. E dopo averla rimessa a nuovo, mi raccomando, riponetela con cura nell'armadio e non lavatela troppo sovente, per evitare di danneggiarla prematuramente.
  • Ci siamo quasi, il nostro guaradroba ha quasi riacquistato la sua fisionomia... manca un ultimo step:

  • Vestiti per cui siamo indecise: se quella giacca è passata di moda, ma l'abbiamo pagata un sacco di soldi e contiamo che fra 10 anni torni nuovamente in voga, forse è il caso di tenerla. Se, al contrario, si tratta di una maglietta da pochi euro, il consiglio è di sbarazzarsene e di ricomprarla quando la moda ce lo richiederà. Potrete riporre con cura tutti i capi che passeranno l'esame in una scatola che porremo in fondo al nostro armadio.
  • A questo punto, memori dell'immane fatica fatta, il consiglio è di ripetere l'operazione stagionalmente, in modo da non accumulare troppo lavoro, e di abituarsi a riporre i vestiti con ordine: pantaloni con pantaloni, gonne con gonne, facendo- perché no- attenzione ai colori, e vedrete che l'armadio disordinato rimarrà solo un brutto ricordo.

    foto via | flickr

    • shares
    • Mail