Donne e aspetto fisico: le inglesi odiano il proprio corpo

Tanto nell'immaginario comune i paesi anglofoni sono visti come il regno de "il mondo è bello perché è vario", tanto poi si scoprono altarini di insicurezza e paure taciute. Ebbene, ancora un sondaggio made in UK, ci dice cosa pensano le donne del Regno Unito del proprio aspetto fisico: il 59% di loro ammette di avere pensieri negativi sul proprio corpo almeno quattro volte al giorno. La metà delle intervistate poi dice di avere sensi di colpa dopo aver mangiato e sempre un buon 50% individua nella taglia 12 (la nostra 42) la "dimesione" perfetta del proprio personale.

Le inglesi odiano il proprio corpo e la causa primaria di tutto questo va ricercata il quel 74% di donne che ritiene colpevole della poca fiducia nella propria estetica il mondo della moda e dello spettacolo. Il patinato regno della società dell'immagine fa corrispondere la perfezione estetica ad un unico modello, quello magro, giovane, scolpito. Nulla di nuovo sotto il sole, se non fosse che il 42% delle inglesi, oggetto dello studio, ha dimostrato quanto lo stereotipo della beautiful lady sponsorizzato dai media, influisca pesantemente nelle proprie vite.

Un terzo delle 1831 donne chiamate a rispondere alle domande, ammette di avere problemi di intimità sessuale col proprio partner. Nei momenti di coppia sfocia la paura delle proprie rotondità, imperfezioni e "mancanze", perciò non stupisce anche che un buon 54% delle intervistate abbia ammesso di provare gelosia immotivata verso amiche, solo perché "colpevoli" di vestire una taglia più contenuta.

Si sta assistendo a una vera e propria demonizzazione del cibo: le inglesi stilano tabelle mentali di ciò che reputano buono e cosa no e, se sgarrano, provano frustrazione e colpa. Questo innesca un circolo vizioso da cui non si esce. E capiamo, dunque, quell'8% che mente al partner, probabilmente per autodifesa, sulla propria taglia o anche quel terzo delle donne che dice con vergogna di mangiare di nascosto, per paura di sentirsi giudicato male.

Forse sono più ansiosa del dovuto, ma la situazione inglese, temo, rifletta un microcosmo non tanto lontano dalla situazione attuale che vivono tutte le donne dei paesi Occidentali. Non è un mistero che, oramai, anche le over 40 soffrano di disturbi alimentari (qui il post) e, sebbene la moda stia cercando di adeguarsi alle forme morbide della ragazza della porta accanto, di strada ce n'è ancora molta da fare. Ultimo dato: un quarto delle intervistate prende come un complimento l'essere giudicate troppo magre. Il mondo va al rovescio?

Via | TheSun
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail