Ceretta brasiliana per le pre-adolescenti? È polemica in Australia

La notizia sta facendo il giro dei blog suscitando indignazione e incredulità ma anche una certa amara consapevolezza: le ragazzine crescono troppo in fretta. Parliamo del vespaio suscitato da un sito australiano dedicato alle ragazze, Girl.com.au, che suggerisce alle tredicenni – questa l’età media delle utenti del sito – la ceretta all’inguine.

Tralasciando la noia e il dolore cui noi donne ci sottoponiamo in nome della bellezza – reale o presunta che sia – ci si chiede perché ma soprattutto se sia davvero necessario iniziare la tortura in così tenera età.

Se da una parte è vero che lo sviluppo, anche sessuale, è sempre più precoce, d’altro canto si può attribuire parte della responsabilità anche ai mezzi d’informazione che bombardano le giovani ragazze con una mole di input difficile da fronteggiare e padroneggiare. Ma questa è annosa e complicata questione, che spesso e volentieri sfocia in polemica e raramente in soluzioni.

Ciò che più sconvolge nell’invito del sito sotto accusa è il riferimento ai gusti maschili, a giustificare la necessità di un bello strappo netto proprio lì: “agli uomini piacciono le ragazze childlike”, dall’aspetto di bambine. A rendere il tutto più grottesco e triste la concomitanza, sullo stesso sito, di pubblicità disneyane e giochi online decisamente girlish.

Voi che ne pensate: sarò bacchettona io come i commentatori indignati che hanno appreso la notizia sul web? O c’è qualcosa di sbagliato? Forse sì, visto che la frase incriminata è stata prontamente rimossa.

  • shares
  • Mail