Rachida Dati, ministro “sexy e frivolo” (?) del Governo francese”

Governo francese, Giustizia, Governo SarkozyAvete presente il ministro della Giustizia del nuovo Governo Sarkozy? Sicuramente si, se avete seguito la sua elezione all'Eliseo. Si tratta di Rachida Dati, la “beurette”, la “piccola ragazza araba” del Presidente francese. Prima dell'affaire Sarko-Bruni, di lei si parlava molto di più, senza risparmiare anche qualche allusioni ai possibili rapporti extra-Eliseo che si vociferava intercorressero tra il Presidente e il ministro.

Ora i suoi detrattori la attaccano per il suo look, a loro detta troppo frivolo e troppo sexy per poter andare d'accordo con la sua funzione di ministro. Ma Rachida Dati non tentenna e ribatte dal blog di Grazia:

Fin da quando ero piccolissima mi piace vestirmi bene. È una questione di correttezza verso gli altri. Me l’ha insegnato mia madre. (...). I miei vestiti non sono affatto all’ultima moda, sono classici. Tutte le mie magliette provengono da Monoprix. Come diceva mia madre: “Non è il vestito che conta, ma la gruccia”.

Parole sante, a mio avviso, e che probabilmente dovrebbero essere ripetute a tante e tanti che oggigiorno affollano la nostra politica e la nostra scena pubblica, dimentichi dell'obbligo morale che li vorrebbe sempre al meglio delle loro possibilità, sia per quanto riguarda l'immagine, sia per quanto riguarda la loro façon de vivre, per dirla alla francese.

E' una questione di correttezza verso gli altri!

E ancor più per una donna al potere che quotidianamente lotta per affermare la sua competenza e il suo essere donna a 360°, perché no? anche vestendo Prada e Chanel. Non penso sia necessario buttare a mare il buon gusto e l'eleganza per dimostrare di poter fare il ministro! Voi che ne pensate?

Per me Rachida è promossa con un bel 10, per la sua immagine e per la sua voglia di non farsi mettere i piedi in testa da una massa di bacchettoni che ci vorrebbe tutte brutte e trascurate.

  • shares
  • Mail