I peccati di gola che possiamo concederci anche a dieta

Anche a dieta possiamo concederci una tantum qualche piccolo peccato di gola. Qui la lista degli snack che fanno meno male a linea e salute. Vediamo quali sono.

Una delle ragioni per cui una dieta dimagrante spesso naufraga prima di aver raggiunto dei risultati apprezzabili è che ci si stufa presto di fare solo sacrifici alimentari. In verità, per ovviare a questo problema, i dietologi consigliano di concedersi un piccolo peccato di gola ogni tanto, per migliorare l'umore e ritrovare gli stimoli. Ma guai ad esagerare, perché gli snack non sono tutti uguali: qui i migliori per linea e salute.


  • La cioccolata fondente - Un quadrotto di cioccolata fondente amara (la extra noir con almeno il 70% di cacao) non si nega a nessuno visto che a livello calorico pesa circa 30Kcal. Tanto più che il cacao contiene una serie di sostanze che influenzano positivamente il cervello, inducendo serenità, relax e appagamento. Non solo, la cioccolata amara non influisce sulla glicemia e aiuta anche a gestire l'ipertensione. Consumiamola la mattina spezzettata nella tazza di cereali, ci darà anche l'energia giusta per affrontare la giornata.

  • La frutta secca - Si, è un po' calorica, ma contiene grassi omega-3 e magnesio utilissimi alla salute. Una decina di mandorle consumate nella pausa pomeridiana hanno anche il potere di mantenerci sazie più a lungo e non farci arrivare così affamate alla cena. A ben guardare quindi noci, nocciole e company, se dosate sapientemente sono degli alleati preziosi proprio per aiutarci a non sgarrare la dieta.

  • La macedonia con gelato - Se siamo state bravissime per tutta la settimana e il sabato sera vogliamo concederci un piccolo lusso, ci farà piacere sapere che possiamo dire si a frutta e gelato. Mele, pesche, pere e banane accompagnate da due palline di gelato artigianale alla frutta (le creme evitiamole perché sono più grasse e più caloriche) potranno farci tornare il sorriso e riconciliarci col mondo. Certo, facciamo in modo di fare una cena leggera prima, in modo da non appesantirci.

  • Il bicchiere di vino rosso - L'alcol non è amico della dieta, in quanto gli alcolici ad alta gradazione sono vere e proprie bombe caloriche. Eppure un bicchiere di vino rosso a 10 volumi (55Kcal ogni 10cl) per fare un brindisi una domenica a pranzo possiamo anche permettercelo. Certo, mai dimenticare che il consumo costante di alcolici porta a obesità, problemi a fegato e reni, aumento del rischio di cancro. Tuttavia, alzare il calice una volta ogni tanto non crea disagio e magari aiuta un momento di socialità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail