I segreti per avere capelli biondi perfetti anche con la tinta fai da te

VIP capelli biondi - Paris Hilton

Vi avevamo parlato ieri dei misteri delle tinte rosse, continuiamo oggi parlandovi dei segreti per avere capelli biondi perfetti, anche usando la classica tintura fai da te. Premetto, se è la prima volta che scegliete il blonde style e partite da toni scuri di chioma, il consiglio sarebbe quello di affidarvi alle mani esperte del coiffeur, onde evitare "effetti collaterali". Ma se gli atti di coraggio fanno parte delle vostre giornate o se siete avvezze ad armeggiare con le colorazioni, magari i nostri spunti possono tornarvi utili.

Tenendo conto che il biondo quasi sempre esige che i capelli vengano pretrattati con ammoniaca o acqua ossigenata, una buona regola sarebbe quella di evitare di schiarire di più di due o tre toni il colore di base. Su molte scatole dei prodotti da profumeria trovate la previsione della tinta che vi dovrebbe uscire, ma diffidate quando trovate passaggi repentini dal nero corvino al platino, perché scalando di tanto il tono andate facilmente incontro a colori non previsti. Non si contano le donne che puntavano ad avere il biondo pepita, partendo dal mogano scuro, e si sono trovate la testa pel di carota. Per le brune il consiglio è uno: schiarite di un paio di toni e poi andate di mèches. Così eviterete anche di dover ritoccare la ricrescita frequentemente.

Dalle castane in giù, verso toni più chiari, il discorso cambia. Qui abbiamo molta più facilità e libertà di azione. Per le pelli di latte l'obiettivo è rendere luminoso l'incarnato con l'uso del colore e quindi un oro o un miele sono le scelte ottimali, mentre per le pelli medie l'ideale sarebbe giocare sul mixing colors, per dare più vivacità alla chioma e, quindi, ben vengano le sfumature, purché le tonalità siano calde. Se poi la vostra pelle è ambrata dite no a tutte le tinte con sottotoni gialli, molto meglio un biondo scuro freddo con leggeri riflessi miele.

VIP capelli biondi
VIP capelli biondi - Lindsay Lohan
VIP capelli biondi - Jennifer Aniston
VIP capelli biondi - Hilary Duff
VIP capelli biondi - Heidi Klum


Altra regola d'oro è quella di preventivare con un certo anticipo il giorno della tinta, in modo da poter "curare" l'eventuale capello secco o sfibrato. Tale cura vi servirà a mettere fieno in cascina in vista dell'aggressione del decolorante. Ovviamente, come per ogni trattamento di colorazione, bisognerebbe evitare di lavare i capelli il giorno prima e il giorno dopo la tinta: questo permetterà al pigmento di fissarsi meglio al fusto. Dal secondo giorno in poi via libera allo shampoo ma soprattutto al balsamo. Più terremo nutriti i nostri capelli più durerà il colore. Tanto più che il biondo ha l'insana tendenza a sbiadire, quindi ben vengano prodotti che ne proteggano la brillantezza.

Concludiamo dicendo un paio di cose. La prima è che se avete la fortuna di avere dei capelli castano chiaro, prima di buttarvi sulla tinta chimica potete schiarire la chioma con i metodi naturali, quali impacchi a base di camomilla e limone e risciacqui con acqua calda e limone. Non sarà una rivoluzione cromatica ma magari vi farà avere un'idea di partenza di come stareste con un tono più chiaro. La seconda è che, quando usate prodotti potenzialmente irritanti, dovreste prima testarli su un piccolo strato di pelle/capelli. Se vi crea reazioni allergiche gettate alle ortiche la tinta. Meglio una parrucca bionda che l'epidermide rovinata. Parola di Pinkblog.
VIP capelli biondi - Cristina Chiabotto
VIP capelli biondi - Nicole Richie
VIP capelli biondi - Bar Rafaeli
VIP capelli biondi - Blake Lively
VIP capelli biondi - Charlize Theron
VIP capelli biondi - Elena Santarelli

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail