La ricetta della marmellata di fichi d’india

Ecco dei consigli utili per preparare la marmellata di fichi d’india con la ricetta originale


La marmellata di fichi d’India è una conserva particolare e molto buona tipica della Sicilia, la preparazione è un po’ diversa rispetto alle altre marmellate perché i fichi d’india – detti anche bastadduni – contengono degli ossicini che devono essere eliminati. I fichi d’India si ottengono tramite la "scozzolatura" della pianta che viene fatta nel mese di Giugno, in pratica si fanno cadere i piccoli frutti in modo da sollecitare la pianta ad una seconda fioritura, che darà frutti più saporiti, più buoni, con meno spine e meno semi.
Ingredienti

  • 1 chilo e mezzo di fichi d’India
  • 500 gr di zucchero
  • 1 limone

Preparazione
Mettete i fichi d’india a bagno nel lavello e copriteli di acqua in modo da eliminare un po’ di spine, poi mettetevi dei guanti resistenti, tipo quelli per lavare i piatti, e sciacquate i vostri frutti. Mettete i fichi d’india su un tagliere e infilzateli al centro con una forchetta, poi con il coltello tagliate le due estremità e poi praticate un’incisione verticale, apritela e fate scivolare il fico d’India. Prelevatelo con un’altra forchetta e ponetelo in una ciotola. Dovete ottenere 1 chilo netto di fichi d’India.

Tagliate i fichi d’India a pezzi e metteteli in una pentola dai bordi alti con lo zucchero e un bicchiere di acqua, cuocete a fuoco medio per 10 – 15 minuti o finchè non si saranno spappolati del tutto. A questo punto dovete filtrare il composto per eliminare gli ossicini, potete usare un passaverdure o un setaccio. Ponete la polpa nella pentola, aggiungete due cucchiaini di succo di limone e proseguite la cottura per altri 20 – 25 minuti.

Sterilizzate i vasetti con la modalità che preferite (bolliti, al forno, al microonde ecc) e asciugateli benissimo, versate dentro la marmellata e chiudeteli bene, poi fateli raffreddare capovolti per creare il sottovuoto. E’ importante usare barattoli a chiusura ermetica, quindi o comprate i barattoli sempre nuovi oppure solo i tappi.

Foto | da Flickr di frankekko e samp60

  • shares
  • Mail