Dieta Dukan: ecco il menu settimanale per la fase di attacco

Dieta Dukan

La dieta Dukan è di certo una delle diete più controverse e famose degli ultimi anni. Ideata dal nutrizionista francese Pierre Dukan, pare che sia stata seguita con successo da molte celebrità, tanto da essere soprannominata "la dieta dei vip". Una premessa fondamentale: mai prendere una dieta alla leggera, ma affidarsi sempre ai professionisti del settore (dietologi e nutrizionisti). Un regime alimentare ipocalorico deve essere costruito su misura, tenendo conto di numerose variabili quali età, peso, massa grassa, allergie, intolleranze o malattie preesistenti. Non c'è quindi nessuna intenzione di persuadere chi legge a intraprendere la dieta Dukan, ma di passare una corretta informazione in merito.

Il regime dietetico Dukan si basa su quattro fasi e oggi andremo ad analizzare la prima, quella dell'attacco, che prevede essenzialmente di eliminare grassi e carboidrati per assumere solo cibi proteici. Può durare dai 3 ai 10 giorni massimo in base al peso e in prospettiva dei chili da perdere; se dovete perdere meno di cinque chili, ad esempio, tre giorni di fase di attacco vanno benissimo. Qui trovate l'elenco dei 72 alimenti consentiti in questa fase (ma anche in quelle successive) e le cotture consentite sono quelle al vapore, al forno, alla griglia e bollito. Gli unici condimenti da utilizzare sono spezie, erbe aromatiche, aceto, succo di limone; con moderazione è consentito mangiare yougurt magro e latte di soia. Visto che una dieta esclusivamente proteica - come quella di Dukan nella prima fase - sovraccarica oltremodo fegato e reni, non solo è consigliato ma diventa obbligatorio bere almeno due litri di acqua al giorno, anche di più se si pratica attività fisica. Dopo il salto un menu tipo per la fase di attacco.

Colazione: caffè, tè, yogurt, crusca d’avena, formaggio magro (il tutto deve essere light e senza zucchero). Spuntino: uno yogurt oppure una fettina di formaggio fresco. Pranzo: petto di pollo alla griglia, uova (rigorosamente alla coque), pesce, bresaola, pollo, gamberetti. Cena: come il pranzo, alternando gli alimenti presenti nella lista. Nella prima fase non ci sono limitazioni di quantità o orari, quindi è consigliato mangiare almeno cinque volte al giorno.

  • shares
  • Mail