I modelli di scarpe aperte da portare in ufficio

Si possono portare le scarpe aperte in ufficio? E su quali modelli è preferibile orientarsi per non essere inopportuna sul luogo di lavoro? Ecco i consigli di Pinkblog.

Cosa fare se si vogliono indossare delle scarpe aperte in ufficio? Prima di dirvi se, secondo il bon ton, è preferibile evitarle o se si possono indossare è meglio chiarire cosa si intende per scarpe aperte. Con questo termine si può intendere davvero qualunque cosa, dalle ciabattine infradito - che vanno bene solo in spiaggia o al mare oppure, forse, ai piedi di una futura principessa un po' hippy ;) - fino alle decolletes spuntate come quelle che vi proponiamo nell'immagine copertina, glamour e molto chic.

A nostro parere, a meno che per esigenze di lavoro non indossiate una divisa - in questo caso, purtroppo, siete vincolate alla scarpa chiusa - alcune tipologie di scarpe aperte possono perfettamente essere indossate.

Se, in questi giorni di temperature piuttosto miti non ve la sentite di portare già delle scarpe chiuse, potete orientarvi su dei sandali. Il consiglio è di puntare su modelli un po' classici, con il cinturino, ma di evitare i tacchi troppo alti; anche se sapete svettare su tutte le altezze un tacco che supera i 12 centimetri è da red carpet più che da ufficio. Come già anticipato, è assolutamente vietato indossare le infradito, regola che sicuramente conoscerete.

Ci sono poi le vie di mezzo, come le decolletes open toe, che non sono la classica scarpa chiusa ma che sono molto lontane dai sandali; perfette a piedi nudi, possono essere indossate anche con i collant, purché optiate per un modello senza cucitura. Con un giro da Calzedonia o in una merceria fornita troverete sicuramente la calza adatta alle scarpe.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail