La dieta per l'artrite, i cibi da scegliere e quelli da evitare

L'artrite è una malattia cronica progressiva di natura infiammatoria, che colpisce le articolazioni del corpo. Vediamo come tenerla sotto controllo attraverso l'alimentazione


Con il termine di artrite indichiamo, genericamente, un'infiammazione a carico delle articolazioni del corpo. In realtà di artriti ne esistono diverse, come diverse sono le cause, anche se nella maggior parte dei casi la natura è autoimmune.
Artrite reumatoide, artrite psoriasica, forme miste di entrambe, sono molto diffuse anche tra persone giovani, e sono per lo più provocate da una reazione immunitaria anomala che colpisce le aree osteo-articolari in modo sistemico.

L'artrite è una malattia cronica e progressiva, che se non curata tempestivamente può portare a deformità ossee soprattutto a carico delle piccole articolazioni periferiche, come le mani e i piedi, irreversibili. Tuttavia, se questa infiammazione viene presa in tempo, si può gestire in modo eccellente, perché esistono farmaci (detti di Fondo, o in alternativa biologici) in grado di inibire la reazione immunitaria a far regredire i sintomi fino a consentire il pieno recupero della funzionalità articolare.

In associazione alla cura farmacologica, però, i malati di artrite dovrebbero anche fare attenzione all'alimentazione. La dieta per chi soffre di questa malattia, infatti, dovrà privilegiare cibi naturalmente "sfiammanti" e eliminare quelli che, al contrario, possono favorire il processo di flogosi. Vediamo i cibi consigliati:


  • Frutta e verdura ricche di vitamina C, di antiossidanti (che combattono le infiammazioni) e di minerali come zinco, rame e selenio. Tra questi le fragole e i frutti di bosco, l'ananas, il melone, i vegetali a foglia verde, i cavoli, gli agrumi, i broccoli, le carote e i peperoni, l'uva rossa
  • Cereali integrali
  • Pesce e in special modo pesci "grassi" (salmone, trote, pesce azzurro) ricci di acidi grassi omega 3
  • Noci
  • Olio extravergine d'oliva
  • Olio di semi di lino e semi di lino

  • Spezie come la cannella e la curcuma
  • Vino rosso (con moderazione)

I cibi che, invece, sarebbero da ridurre o eliminare sono quelli ricchi di grassi saturi di origine animale, tra cui burro, formaggi stagionati, dolci fatti con panna o creme, insaccati e salumi. Anche alcuni prodotti di origine vegetale ricchi di acidi grassi omega 6 potrebbero avere un ruolo nell'insorgenza dell'artrite, tra cui l'olio di mais, l'olio di soia e l'olio di sesamo. In ogni caso è dimostrato che i sintomi infiammatori sono favoriti anche dal sovrappeso, per questo è meglio cercare di ridurre l'apporto calorico e ritrovare il proprio peso forma.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail