Quale frutta inserire nella propria dieta per perdere peso?

La frutta è buona, leggera e ricca di antiossidanti, quindi è un pasto irrinunciabile in qualunque dieta. Eppure se vogliamo perdere peso ci sono frutti migliori di altri. Vediamo quali sono.

Durante l'estate il consumo di frutta cresce per poi ridiventare limitato in autunno, quando l'esigenza di cibi freschi e leggeri non è più una priorità. Eppure i prodotti dell'orto devono essere presenti in qualsiasi menu, specie se poi stiamo seguendo una dieta dimagrante. Alcuni tipi di frutti infatti, non solo ci aiutano a compensare il desiderio di gusti dolci in modo light, ma sono anche dei validi aiuti per perdere peso.

È il caso, ad esempio, delle mele che danno un duplice effetto benefico. In primis sono ricche di fibre e acqua quindi aiutano a sgonfiarci, a rendere più agevole il transito intestinale e anche a sentirci sazie più a lungo. Poi la loro consistenza croccante le rende perfette quando abbiamo bisogno di sgranocchiare e mordere: 45 Kcal ogni 100gr è un peso calorico che possiamo concederci sempre.

Stessa cosa vale per l'esotico avocado. È fonte di grassi "buoni" e fibre che aiutano il senso di sazietà, inoltre destocca il colesterolo cattivo dalle arterie e aiuta la salute del sistema cardiocircolatorio. È perfetto usato al posto di oli e condimenti grassi perché insaporisce ma senza appesantire. Provate ad esempio a condire l'insalata, i carpacci di pesce o anche la pasta con fettine di avocado, vedrete che il suo sapore non vi farà rimpiangere le solite salsine unte!

E se volessimo unire il dimagrimento ad un buon drenaggio di liquidi in eccesso? Ci pensano i mirtilli. In particolare il succo di quello nero che oltre a garantire un ottimo apporto di vitamine e antiossidanti ha anche un buon potere diuretico. Non solo, i mirtilli sono piuttosto ricchi in fibre e quindi consumarli con una certa regolarità fa anche bene all'intestino che così si ripulisce e si sgonfia.

E siccome stiamo andando verso la stagione fredda, magari possiamo unire l'utile al dilettevole perdendo peso e anche stimolando le difese immunitarie. Perciò ci conviene fare scorta di agrumi e in particolare di arance ma soprattutto pompelmi che sono ricchissimi di acqua e hanno pochissime calorie (35 ogni 100gr). Non solo, il consumo di pompelmo prima dei pasti principali aiuta a mantenere basso il livello di zuccheri nel sangue, impedendo che venga prodotta più insulina del necessario.

E se la voglia di dolcezza fosse più insistente del solito? Puntiamo sulle pere, che sono frutti dolcissimi ma anche ricchi di acqua e fibre. Un frullato di pere e cannella potrà soddisfare il nostro desiderio di zuccheri senza inficiare la dieta. E intanto facciamo anche scorta di vitamine del gruppo B, di calcio e potassio. Mica male, no?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail