Tradisce la moglie e lei chiede la pubblica umiliazione su Facebook

Il tradimento può essere un’arma a doppio taglio, soprattutto oggi nell’era dei social network. Lo ha imparato a sue spese un uomo che pur di riconciliarsi con la moglie tradita ha dovuto sottoporsi a pubblica umiliazione su Facebook.



Come punire il marito o la moglie che ha commesso tradimento? Ci sono coppie che litigano furentemente, amanti che si vendicano andando dalla moglie e mogli che raccontano a tutti i peccatucci del proprio partner. Nell’era dei social network le pene però si possono moltiplicare. Il signor Ivan Lewis, per esempio, è stato mollato dalla legittima consorte Sonya Gore, sposata nel 2010, a seguito di qualche tradimento di troppo. E fin qui tutto nella norma, o quasi.

Il marito pentito ha chiesto all’amata di risposarsi e di ricominciare tutto da zero. Che cosa avrà mai risposto lei? Ha accettato ma a una condizione: ha dovuto pubblicare una fotografia pubblicata sul profilo Facebook con una foto dell’uomo con un foglietto in cui confessava il tradimento (piccola chicca , la donna ha pure aggiunta “e lei era brutta!!”) e ottenere 10 mila mi piace.

Obiettivo raggiunto, con tanto di 11.371 mi piace e commenti di approvazione («Non ti conosco, ma ti rendo omaggio perché sei un uomo capace di ammettere il proprio errore») da parte delle donne e di sdegno da parte degli uomini, che hanno preso le distanze da questo signore considerato un po’ troppo debole per far parte della categoria del “sesso forte”. Ora non restano che le nozze e soprattutto un po’ di fedeltà.

Via | Corriere
Foto | Ivan su Facebook

  • shares
  • Mail