Strappo muscolare addominale: i sintomi e le terapie più efficaci

Durante un allenamento intenso o a causa di uno sforzo improvviso può accadere di procurarsi uno strappo ad uno dei muscoli addominali. Vediamo i sintomi e come intervenire


Lo strappo muscolare addominale si verifica in genere durante un allenamento molto intenso, magari non preceduto da una fase di riscaldamento adeguata, oppure da uno sforzo improvviso, ad esempio quando sollecitiamo eccessivamente la muscolatura sollevando dei pesi.
Si tratta di una lesione che può essere più o meno seria, a seconda dell'estensione dello strappo e delle fibre muscolari coinvolte, che va sempre trattato con la dovuta tempestività. Quali sono i sintomi di questa lesione muscolare?

Il primo segnale è il dolore, che può essere più o meno intenso a seconda della gravità dello strappo. Una lesione di primo grado procurerà una sofferenza contenuta, mentre una di terzo grado sarà senza dubbio molto più invalidante. Crampi e difficoltà a muovere o flettere la muscolatura colpita saranno un'altra conseguenza dell'incidente.

Oltre al dolore uno strappo muscolare, esteso o meno, sarà caratterizzato da un certo versamento di sangue dovuto alla rottura dei piccoli vasi, con conseguenze formazione di lividi ed ematomi. La parte colpita da strappo, poi, apparirà gonfia, e il muscolo sottostante contratto, duro. Come si deve intervenire? In base all'intensità del dolore si dovrebbe capire anche la gravità dello strappo, in ogni caso la prima terapia sarà stare a riposo, senza sollecitare in alcun modo la parte lesa.

Impacchi freddi sono altresì indicati soprattutto in caso di piccole emorragie interne per fermare il versamento di sangue e ridurre l'ecchimosi. Per alleviare il dolore si possono assumere farmaci antinfiammatori e per accelerare il processo di guarigione si può indossare, dopo qualche giorno, una fascia elastica che aiuti le fibre muscolari e ricongiungersi.

Il riposo assoluto è di rigore per almeno una settimana-10 giorni, ma è necessario che un ortopedico valuti la situazione per stabilire eventuali interventi ambulatoriali. In ogni caso, prima di riprendere le attività normali e l'allenamento sportivo bisogna attendere che la lesione sia cicatrizzata completamente. La cura migliore per qualunque strappo muscolare è comunque la prevenzione. Prima di effettuare esercizi di crunch (addominali), meglio are un po' di stretching per riscaldare la parte e non effettuare ai sforzi improvvisi che interessino addome e schiena "a freddo".

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail