Come funziona Persona, il metodo contraccettivo femminile non invasivo

Persona è un metodo contraccettivo femminile, non invasivo, che si basa sulla rilevazione di particolari ormoni all'interno delle urine, indicandoci, così, quali sono i giorni nei quali è meno probabile rimanere incinta.

Persona

Da tempo è in commercio un nuovo metodo contraccettivo femminile, non invasivo, che rileva i cambiamenti ormonali all'interno delle nostre urine. Si chiama Persona. Tramite questo sistema, possiamo capire quali sono i giorni del ciclo femminile nei quali le probabilità di rimanere incinta sono più alte. Il sistema è davvero molto semplice e garantisce una precisione davvero molto alta.

Ma come funziona Persona? Si tratta di un kit composto da un monitor touch screen interattivo e da una serie di stick, che servono per il test delle urine, per capire ogni giorno le probabilità di rimanere incinta. Il dispositivo dà il responso con delle spie di colore diverso: spia verde si possono avere rapporti tranquillamente, perché le probabilità sono basse, spia rossa, invece, quando le possibilità sono più alte.

Per il primo mese di utilizzo si devono utilizzare 16 test durante il ciclo, in maniera tale che Persona possa raccogliere informazioni sul nostro corpo, per poter calcolare meglio i giorni verdi e i giorni rossi. Dopo il primo mese, bastano 8 test durante ogni ciclo. Il sistema è molto facile e intuitivo, ma non tutti possono usarlo.

Persona, infatti, è controindicato nel caso di donne che hanno un ciclo inferiore a 23 giorni o superiore a 35, che avvertono i primi sintomi della menopausa, che allattano al seno, che stanno seguendo delle terapie ormonali, che assumono degli antibiotici che al loro interno contengono tetracicline, che soffrono di insufficienza epatica o renale, che soffrono di sindrome dell'ovaio policistico, che non possono o non vogliono in nessun caso rimanere incinta (il metodo non è, infatti, infallibile, ricordiamolo, come tutti gli anticoncezionali, del resto, che hanno sempre una percentuale, seppur minima, di imperfezione). Persona non può nemmeno essere usato dalle donne che utilizzano dei contraccettivi ormonali o farmaci che influiscono con il ciclo femminile.

Devono fare attenzione anche le donne che hanno appena terminato di allattare al seno, di prendere contraccettivi o farmaci ormonali, farmaci che incidono sul ciclo e se si è appena avuta una gravidanza. Dopo un parto o una gravidanza, ma anche dopo la fine di un trattamento ormonale, è bene attendere due cicli naturali consecutivi, della durata di 23-35 giorni, prima di utilizzare Persona.

Ricordo inoltre, che questo metodo contraccettivo non preserva dal contagio di eventuali malattie trasmissibili con il sesso: in quel caso l'unico metodo utile è il preservativo, da scegliere sempre con partner occasionali o a rischio.

  • shares
  • Mail