Tom Cruise ammette: il divorzio da Katie Holmes fu per Scientology

Finalmente sono sciolti i dubbi sul divorzio dello scorso anno fra Tom Cruise e Katie Holmes. Ed è proprio Tom a parlarne, suo malgrado. Katie lo avrebbe lasciato per via delle regole di Scientology previste per l'educazione di Suri.

È passato già un anno da quando la coppia formata da Tom Cruise e Katie Holmes è scoppiata, lasciando i fan amareggiati e stupiti. La ragione del divorzio è stata tenuta nel riserbo per mesi e mesi, anche se i meglio informati puntavano il dito contro Scientology, la religione fondata dallo scrittore di fantascienza Ron Hubbard. E finalmente oggi Tom scioglie ogni dubbio: fu proprio a causa di Scientology che la moglie gli diede il benservito.

In verità, ciò che tutti sospettavano, non sarebbe mai uscito allo scoperto se non ci fosse stata di mezzo una causa legale intentata dall'attore di Mission: Impossible contro il gruppo Bauer Media. La multinazionale dell'editoria aveva infatti avanzato l'accusa che il buon Tom avesse abbandonato la figlioletta Suri dopo il divorzio da Katie. E nell'udienza non sono mancate quindi neppure le domande sui motivi della separazione.

Titubante Tom alla fine ha dovuto rispondere:

Mia moglie Katie mi lasciò a causa di Scientology, non concordava con gli indirizzi educativi previsti dalla religione nei confronti dei figli.

Ed ecco svelato l'arcano. Kate ha ingoiato il rospo di essere sposata ad un adepto della setta filo-dianetica (concedeteci il lessema, per piacere) per anni. Non ha battuto ciglio neppure quando la sua gestazione, ma soprattutto la sua gravidanza, sono state monitorate attentamente affinché nulla fosse fatto in modo contrario ai precetti religiosi. In fase di parto Katie non ha neppure potuto urlare per non contravvenire a tali dettami. Ma quando ad una mamma toccano la figlia, il discorso cambia.

La Holmes ha chiuso la sua storia e ha portato la piccola Suri lontano da suo padre, con cui comunque mantiene rapporti civili. Evidentemente giudicava non consone per la bambina le pratiche educative previste da Scientology e così ha fatto i bagagli e si è trasferita con la bimba a New York, dove molto saltuariamente concede a Tom di andarle a trovare.

Ora, regola di bon ton non scritta vuole che nel merito della bontà delle scelte che fa una donna che molla il marito non ci si entri. Ma in questo caso, come dare torto a Katie? Spiacenti per il povero Tom che si è visto sedotto, sposato e abbandonato, però quando è troppo è troppo!

Via | Il Messaggero

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail