Aceto di mele per dimagrire: quali sono le dosi?

L'aceto di mele per dimagrire può essere un ottimo aiutante per poter perdere un po' di peso, aiutando il nostro metabolismo a riattivarsi. Ecco come andrebbe assunto, con quali dosi e con quali modalità per essere certi di usarlo al meglio.

Aceto di mele per dimagrire

L'aceto di mele per dimagrire può aiutarci molto, come del resto può aiutarci l'aceto in generale. Sin dai tempi più antichi, infatti, questo prezioso alimento è stato utilizzato anche per permettere al nostro metabolismo di riattivarsi, aiutandoci così di fatto a perdere peso più facilmente. Non si tratta di un elisir miracoloso e va sempre associato ad una dieta equilibrata, sana, ricca di frutta e di verdura, oltre che ad un po' di attività fisica.

L'aceto di mele per dimagrire può essere assunto normalmente nella dieta quotidiana, ma può anche essere utilizzato sotto forma di integratori in sciroppo, n compresse, in capsule: lo troviamo in commercio in erboristeria, in farmacia, ma anche nei supermercati più forniti che possono proporci tantissimi prodotti di questo tipo.

Come usare l'aceto di mele? Si può semplicemente utilizzare il prodotto secondo le indicazioni riportate sulle confezioni degli integratori che abbiamo acquistato, mentre se usiamo il classico aceto di mele, ottimo anche per condire l'insalata, possiamo mescolarne 1 o 2 cucchiai in un bicchiere di acqua o di camomilla. L'aceto di mele va assunto mezz'ora prima dei pasti principali, quindi due volte al giorno prima di pranzo e prima di cena.

Ricordatevi, però, che per dimagrire dovrete seguire una dieta sana ed equilibrata, preferendo frutta e verdura, bevendo tanta acqua e facendo un po' di attività fisica.

Via | Benessereblog

Foto | da Flickr di vegan-baking

  • shares
  • Mail