Cosa sono le smagliature e come si curano

Le smagliature sono un inestetismo cutaneo comune soprattutto tra le donne. A provocarle è un eccessivo stiramento della pelle che finisce per "strapparsi". Scopriamo come prevenirle e ridurle

Oltre la cellulite c’è di più. Già, ci sono anche le smagliature. Lo sappiamo bene, perché tutte noi ne abbiamo almeno alcune. Che cosa sono? Sono delle cicatrici che si sviluppano a seguito dello stiramento della pelle. Di solito compaiono dopo un cambio repentino di peso, come una dieta molto drastica o una gravidanza.

Dove si formano? Le zone della cute particolarmente sottoposte a tensione sono il ventre, il seno e le cosce. Veniamo quindi alla brutta notizia. Una volta "smagliata", la pelle non torna più compatta come prima, anche se esistono tecniche estetiche che consentono di ridurre notevolmente le cicatrici provocando una rigenerazione cellulare. Dove si manifesta la smagliatura, le cellule smettono di produrre l'elastina e il collagene che sono le sostanze costitutive della pelle sana e compatta.

Come si curano? Prima di tutto con la prevenzione. Dovete idratare molto bene la pelle, con crema o olio. Fatelo più volte al giorno. Evitate poi di fare docce troppo calde, che tendono a seccare la cute. È importante poi la dieta: mangiare cibi ricchi di sostanze antiossidanti e anti-age permette alle cute di mantenersi naturalmente giovane ed elastica, quindi via libera a frutta e verdura fresche e di stagione, a olio extravergine d'oliva a crudo, a semi oleosi come quelli di zucca e di girasole, a pesce ricco di omega 3.

Ricordatevi, inoltre, di bere molta acqua. Se le cicatrici si formano e sono molto evidenti, potete ricorrere alla chirurgia estetica, come la biodermogenesi, il laser, il cromopeel.

  • shares
  • Mail