L'acido folico contrasta l'anemia: ecco le dosi da assumere

L'acido folico, o vitamina B9, è cruciale per la produzione dei globuli rossi da parte del midollo osseo, ecco perché assumerlo aiuta a prevenire e curare l'anemia. Vediamo le dosi corrette


L'acido folico è una vitamina del gruppo B, nello specifico la B9, importantissima in gravidanza per prevenire deficit del tubo neurale dei bambini, coma la spina bifida. Ma assumere supplementi di acido folico può essere necessario anche in altri momenti della vita, soprattutto quando vi sia il rischio di anemia.

La vitamina B9, infatti, tra i suoi compiti ha quello di stimolare la produzione di eritrociti - globuli rossi del sangue - da parte del midollo osseo, ecco perché una sua eventuale carenza, magari causata da una dieta sbagliata, può essere all'origine di un'anemia.

Un sangue "povero" a sua volta produce sintomi debilitanti come debolezza e astenia, pallore, capogiri e mal di testa, stanchezza, difficoltà di concentrazione. L'acido folico è presente in molti alimenti, come le verdure a foglia verde, gli agrumi e i legumi, i latticini, la carne (specialmente il fegato e le frattaglie di bovino), il pesce e le uova. Anche se la vitamina B9 è contenuta in tutti questi cibi presenti comunemente sulle nostre tavole, la sua assimilazione non è così automatica.

La contemporanea assunzione di farmaci come antiepilettici, il metotrexato per la cura dell'artrite reumatoide, o il soffrire di colite e malattie infiammatorie dell'intestino che causano malassorbimento, possono impedire all'organismo di sintetizzare dal cibo l'acido folico necessario per il suo benessere, considerando che il fabbisogno per gli adulti è di 0,2 mg al giorno che sale a 0,4 in gravidanza. In questi casi è utile farsi prescrivere dei supplementi, i comuni integratori.

Le dosi per gli adulti variano a seconda della gravità dell'anemia, quindi si va da una dose di "attacco" pari a 15 mg al giorno, ad esempio in caso da carenza folica da malassorbimento, ai 5 mg al giorno nella fase di mantenimento. La dose preventiva per chi stia seguendo la cura anti-artrite con il metotrexato, invece, sarà pari a 5 mg una volta alla settimana. Per le donne in dolce attesa, invece, la dose consigliata è di 5 mg al giorno.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail