Come curare la stella di Natale, la pianta delle Feste

La stella di Natale è una bellissima pianta ornamentale che spesso si regala o si acquista nel periodo delle Feste natalizie. Scopriamo come curarla al meglio


La stella di Natale - Euphorbia Pulcherrima è il suo nome scientifico - è una bellissima pianta ornamentale di origine messicana che tutti riceviamo in dono, o acquistiamo, per conferire un tocco vegetal-natalizio alle nostre case.

Peccato che spesso cure inadeguate o condizioni microclimatiche inadatte alle caratteristiche di questa pianta "latina", oltre alla sua natura delicata, espongano la stella di Natale e precoce invecchiamento e morte.

Insomma, non di rado la fine delle Feste coincide anche con la "fine" della nostra bella piantina. Come curarla per mantenerla bella e sana a lungo? Ecco qualche semplice consiglio da seguire se vogliamo che la nostra stella di Natale sopravviva almeno fino a ... Pasqua!


  • Tenere la stella di Natale lontana da fonti di calore dirette, come termosifoni, stufe e caminetti
  • Sistematele in un luogo della casa riparato dalle correnti fredde ad una temperatura costante che si situi tra i 15 e i 24° C
  • Evitate che si formino ristagni d'acqua nel sottovaso, l'umidità eccessiva fa male all'Euphprbia


  • La stella di Natale ama la luce naturale ma non quella artificiale. In inverno sistemiamola nei pressi di una finestra o una veranda chiusa dove arrivi luce, ed esponiamola ai raggi indiretti del sole per almeno 8 ore al giorno (quindi tra le nove e le 16 in inverno, la parte del giorno i cui c'è più luce)
  • Le foglie della stella di Natale seccano facilmente e vanno recise per facilitarne il rinnovamento
  • Datele acqua solo quando vi accorgete che il terriccio del vaso è asciutto
  • Quando arriva la primavera e la temperatura dell'aria si riscalda, potete portare all'esterno (giardino, balcone, terrazza) la rosa di Natale evitando, naturalmente, che rimanga sotto il sole cocente dei mesi più caldi (durante l'estate sistemate la pianta all'ombra)

Prima di correre a comprare la vostra stella di Natale, bianca, rossa o screziata che sia, ricordate che questa pianta è un po' tossica, perché secerne una linfa irritante per la pelle, quindi quando dovete recidere le foglie usate sempre i guanti da giardinaggio o in lattice.

  • shares
  • Mail