Cintura di castità maschile o sex-toy?

Un bel "ma che roba è??" non glielo toglie nessuno, tantomeno un "oh my God", visto che l'avvenieristica cintura di castità maschile che vedete in foto è made in Usa. Si chiama Exobelt e si propone come cura per la masturbazione maschile e i "rapporti sessuali accidentali", che ho liberamente tradotto, con un certo imbarazzo semantico, dall'inglese "unwanted sexual affairs".

Deduco quindi che, secondo gli inventori del marchingegno, gli uomini possono fare sesso in maniera non voluta, da cui è bene frenarsi, come un cane deve frenarsi da mordere in qua e in là: una bella museruola e passa la paura. Ergo, uomo=animale?

Il mio sbigottimento è tanto, mi viene da pensare che è in aumento il trend dell'astinenza sessuale, soprattutto in Canada e negli Usa, e una cintura di castità maschile può sembrare una soluzione, un aiuto, un palliativo, un "non lo so"...Penso che una scelta come la castità debba essere dettata da una motivazione interiore che non debba suffragarsi di attrezzi e marchingegni di dubbia natura.

Leggo il link "why chastity" ed ecco che scopro il risvolto erotico del gadget: può servire anche per giochi di repressione sessuale della donna nei confronti dell'uomo. Adesso il mio sbigottimento all'antica raddoppia, non so cos'altro aggiungere, se non chiedervi che ne pensate e farvi presente che fino al 31 marzo le spese di spedizione sono gratis.

  • shares
  • Mail