Cos'è il succo di mangostano e quali benefici apporta alla salute?

Ma sentito parlare di xantoni? Sono dei polifenoli molto importanti per la salute in quanto svolgono azione antiossidante. E il mangostano ne è ricchissimo!

Già da un po' di anni si sente parlare dei benefici per la salute dati dalla Garcinia Mangostana, una pianta tropicale originaria di Malesia e Indonesia. In Italia difficilmente si riesce a reperire il suo frutto, il mangostano, ma è molto più semplice trovare prodotti che lo contengano, come il meraviglioso succo, dotato di proprietà antiossidanti e rafforzative del sistema immunitario.

La magia del mangostano risiede nella sua composizione: è infatti fonte incredibile di xantoni, dei polifenoli importantissimi per la salute. All'interno di questo frutto se ne contano più varietà, ciascuna in grado di agire in modo mirato per supportare e sostenere le normali funzioni fisiologiche del nostro organismo.

Parliamo ad esempio delle Alfa e Gamma mangostine, due potenti antiossidanti che svolgono azione neuroprotettiva e anti radicali liberi. Recenti studi hanno dimostrato come la loro azione sia addirittura superiore a quella della vitamina E. Ma di fatto fanno anche concorrenza ai ben più noti effetti della vitamina C, in quanto questi due composti sono in grado di agire positivamente sul sistema immunitario, rafforzandolo e rendendo il corpo più in grado di resistere alle infiammazioni.

Ma il mangostano contiene anche il garcinone, un altro xantone che si divide in C, B, D ed E. In particolare il garcinone E è da anni oggetto di studi medici approfonditi per una presunta capacità antitumorale, andando a proteggere e a limitare i danni di alcuni tipi di carcinomi. In particolare quelli a carico del fegato. Ma ovviamente i test sono ancora in corso e per avere un responso certo bisogna ancora attendere a lungo.

Il mangostano, come detto, oltre che sotto forma di benefico succo, in versione pura o mixato con altri prodotti che ne aumentano l'efficacia, si può anche reperire in pastiglie, opercoli, purea per uso endogeno o creme, sieri e oli per uso topico. Ovviamente, prima di acquistare i prodotti accertatevi della serietà dei produttori e della provenienza geografica della merce.

E chiaramente chiedete consiglio al vostro medico e al vostro erborista sul tipo di consumo previsto per il vostro caso. La letteratura non riporta particolari effetti collaterali se il succo o gli altri prodotti a base di mangostano sono assunti correttamente, rispettando con scrupolo i dosaggi ma soprattutto i tempi del trattamento.

Per chi sgarra invece i problemi possono variare da gastrite e dissenteria fino ad arrivare alla rarissima ma possibile ipotesi di acidosi, riscontrata solo su lunghi periodi di assunzione. Quindi, attenzione.

Foto | da Flickr di YIM Hafiz

  • shares
  • Mail