Paolo Bonolis e le donne che abortiscono per pigrizia

Devo dire che Paolo Bonolis mi stava simpatico. Ma dopo questa intervista rilasciata a TV Sorrisi e Canzoni, mi piace un pò meno. Mister Parlantina espone infatti, dopo il suo pensiero politico, anche le sue idee su un argomento quanto mai scottante di questi tempi, ossia l'aborto. Il conduttore di Ciao Darwin entra nel merito delle polemiche che da mesi si susseguono sulla legge 194.

La legge la puoi scrivere come vuoi. Quello che conta e' la coscienza. Ci sono tantissime donne che abortiscono per pigrizia. A molte non va di avere tra i piedi un figlio. Il problema non e' abortire o no, ma perche' si abortisce. Ci sono motivi importanti e altri gratuiti, come l'indifferenza, l'essere comodi, il fregarsene delle esigenze altrui, la voglia di fare carriera.

Abortire per pigrizia? Un brivido corre lungo la mia schiena nel leggere queste parole. Non voglio avanzare dubbi sull'intelligenza del loquace divo della televisione, né sulla sua sensibilità, che pure in passato è stata scossa da dolori familiari, limitandomi a sperare che le sue parole siano state riportate non correttamente. Dove siano tutte queste donne "pigre" che preferiscono sottoporsi ad un intervento di questo tipo, e a tutte le conseguenze fisiche e psicologiche pur di non rinunciare alla carriera e alla comodità, lo vorrei sapere. E mi spiace leggere affermazioni cariche di maschilismo e di superficialità da parte di un personaggio tanto amato dal pubblico.

Ci potranno pure essere delle donne che hanno praticato un aborto con leggerezza e per motivazioni egoistiche, ma io non penso siano "tantissime" come dice lui. Forse a certa gente non farebbe male provare ad essere donna per un pò...

  • shares
  • Mail